Mese: maggio 2018

Santa Maria vince l’anello d’argento

Lunedì 14 Maggio
“Santa Maria vince l’anello d’argento”

Santa Maria vince la 50ª edizione della Corsa all’Anello. La gara equestre si è tenuta oggi pomeriggio in uno stadio San Girolamo che ha fatto registrare il tutto esaurito. Santa Maria ha vinto con 210 punti, seguita da Fraporta con 135 punti e da Mezule con 120 punti. Gli arancioviola hanno conquistato così il 23° anello d’argento, bissando la vittoria dello scorso anno.

Nella prima tornata Mezule ha totalizzato 0 punti, Fraporta 30 e Santa Maria 75 punti. Nel primo scontro che prevedeva la gara tra Daniele Scarponi (Mezule) e Alessandro Scoccione (Fraporta), il cavaliere mezulano è caduto prima di partire, facendosi male ad un polso. Il fantino di Fraporta ha così corso da solo portando a casa 30 punti. Nel secondo scontro Scoccione su London Eye ha corso contro Diego Cipiccia (Santa Maria) su Carlotta Spirit. Il cavaliere rossoblù ha preso due anelli (30 punti) , abbattendo però due bandierine interne (30 punti di penalità) e totalizzando 0 punti. Cipiccia ha portato a casa 3 anelli (45 punti) ma ha abbattuto ugualmente una bandierina interna (15 punti di penalità), totalizzando così 30 punti. Nell’ultimo scontro tra Santa Maria e Mezule, i bianconeri hanno schierato la riserva Alessio Ricchiuti su Mearas che ha preso un solo anello (15 punti) ma ha abbattuto due bandierine interne (30 punti di penalità) totalizzando 0 punti. Cipiccia, per Santa Maria ha preso tre anelli, portando a casa 45 punti.

Nella seconda tornata si sono scontrati Mirko Concetti su Selavalava per Mezule, Massimo Gubbini su Deltakar per Fraporta e Marco Diafaldi su Pianeta per Santa Maria. Mezule ha portato nel bottino 60 punti, Fraporta 45 e Santa Maria 90 punti. Da segnalare che nello scontro con Concetti, Gubbini ha abbattuto una bandierina interna (15 punti di penalità). Concetti, nella sua seconda gara di tornata contro Gubbini ha corso sul cavallo di riserva Amaldra, perché Selavalava ha avuto dei problemi al primo scontro. La seconda tornata è finita con i parziali di Mezule a 60 punti, Fraporta a 75 e Santa Maria a 165 punti.

La terza ed ultima tornata, ha visto scontrarsi Ernesto Santirosi su No Trip For Cats per Mezule, Luca Paterni su Mazzini per Fraporta e Tommaso Suadoni su Review Blanc per Santa Maria. Mezula ha totalizzato 60 punti, Fraporta ugualmente 60 e Santa Maria 45 punti. Da segnalare che Tommaso Suadoni nella gara contro Paterni ha abbattuto una bandierina con 15 punti di penalità.

A guidare l’albo d’oro è ancora quindi Santa Maria con 23 anelli vinti, seguito da Mezule con 17 e Fraporta con 9.

A vincere il premio di miglior cavaliere è stato Marco Diafaldi di Santa Maria che nella seconda tornata ha portato a casa 90 punti (6 anelli), facendo l’en plein. Santa Maria ha anche vinto il Bravio per il miglior terziere, dipinto dall’artista narnese Barbara Lunetti.

 

Corsa all’Anello

Domenica 13 Maggio – ore 16:00 Stadio San Girolamo (Campo de li Giochi)
“Corsa all’Anello”

È giunta l’ora della grande sfida che decreterà il vincitore della 50ª edizione della Corsa all’Anello. Alle ore 16:00 presso lo stadio San Girolamo, dopo l’arrivo del corteo storico che partirà da piazza dei Priori alle 14:30, l’esibizione dei gruppi storici della festa e dei Lancieri di Montebello, si terrà la Corsa all’Anello in cui si sfideranno fino all’ultimo anello i cavalieri di Mezule, Fraporta e Santa Maria.

Nell’avvincente gara equestre i cavalieri si scontreranno in un duello diretto. La gara consiste nell’infilare con la lancia un anello sospeso su un braccio meccanico. La caratteristica della corsa è la velocità e la tecnica. Ciascun fantino di terziere deve battere quello dell’altro terziere sul tempo per arrivare prima ad infilare l’anello. Rapidità, buona mira e freddezza sono le armi vincenti del cavaliere che deve infilare l’anello di 10 cm di diametro al galoppo. Un dispositivo elettronico sgancia automaticamente l’anello avversario quando al terzo giro l’altro viene preso dal primo dei cavalieri che arriva sul porta anelli.

La gara si svolge su un tracciato ellissoidale dove ciascun fantino sfida gli altri con gare uno contro uno su tre giri e tre tornate. Ogni anello conquistato ha un punteggio, vince il terziere che al termine delle tornate ha totalizzato più punti. La gara si svolge in tre tornate, ognuna formata da tre gare dirette e decreterà il vincitore dell’anello che “ne vanterà gloria per l’anno intero”.

 

Grande Corteo Storico

Sabato 12 Maggio – ore 21:30 Piazza dei Priori e Vie della Città
“Grande Corteo Storico”

La sfilata conterà la presenza di oltre cinquecento figuranti e riproporrà per tradizione la processione in onore di San Giovenale del 1371. Il corteo rappresenta uno degli spettacoli più suggestivi della Corsa all’Anello. I costumanti, tutti ricostruiti dopo un capillare lavoro di ricerca sul personaggio e sul costume, ricreano un immaginario che riporta alla processione del lontano 3 maggio 1371.

Aprirà il corteo, nell’emozionante atmosfera della città illuminata solo dal chiarore delle fiaccole, il suono dei musici, il gruppo delle magistrature comunali e pontificie con i propri gonfaloni e stendardi, quindi i terzieri di Mezule, Fraporta e Santa Maria secondo l’ordine di arrivo alla Corsa all’Anello dell’anno precedente, con i gruppi delle fanfare, le autorità, le rappresentanze militari, i cavalieri della corsa, le corporazioni delle arti e le nobili casate delle antiche famiglie.

 

Benedizione cavalieri del Terziere Mezule

Venerdì 11 Maggio – ore 21:30 Chiesa Santa Margherita
“Benedizione dei Cavalieri del Terziere Mezule”

Il terziere Mezule chiuderà il ciclo delle benedizioni dei cavalieri alle 21.30 nella chiesa di Santa Margherita, dove si recheranno i tre cavalieri che disputeranno la Corsa all’Anello di domenica 13 maggio, ossia Ernesto Santirosi, Mirko Concetti e Daniele Scarponi.
Il corteo, tutto rigorosamente bianco e nero, i colori del vessillo del terziere, sarà formato dalla dama degli anelli Francesca Ronci con le sue ancelle, dai portalance, dal capo priore Cesare Antonini, dal cerimoniere e dalla priora Serenella De Arcangelis che per la prima volta sfilerà dopo la sua elezione. Per omaggiare la storia di Mezule, in occasione della 50ª edizione, la priora indosserà il famoso abito della dama degli anelli bianco e nero con le “foglie” che venne cucito nel 1978 da Francesca Antonelli. L’abito è stato indossato nel 1978, nel 1979 e nel 1980 da tre dame storiche del terziere, rispettivamente Ninni Luna, Maria Pia Ceci e Renata Berrettini.
Il corteo accompagnerà i cavalieri nella chiesa simbolo del terziere per ricevere la benedizione da parte del parroco Don Sergio Rossini e partecipare alla solenne cerimonia dell’investitura che da anni si volge, secondo la tradizione, nella stessa maniera, rinnovando un momento di emozione e solennità per il popolo bianconero.
Al tradizionale lavaggio delle mani, seguirà il gesto del capo priore che poserà la spada sulla testa dei fantini incoronandoli cavalieri. Sarà poi la volta della “vestizione” dei giostranti con mantelli, speroni e lance, fino ad arrivare alla preghiera di giuramento dei cavalieri e ai doni portati dalle ancelle consistenti in una stella, simbolo della luce della Divina Provvidenza che conduce alla vittoria ed all’anello d’argento, in un giglio, simbolo della purezza del cuore ed una spada, simbolo di braccio forte e fermo. Al termine della cerimonia il corteo sfilerà per i vicoli del terziere illuminati dalle fiaccole per poi recarsi al Duomo. Qui i tre cavalieri doneranno le tre rose a San Giovenale.
Si ricorda che, secondo il piano di sicurezza, l’accesso al pubblico nella chiesa di Santa Margherita sarà limitato e potranno accedere solo 75 persone. L’ingresso al Duomo sarà consentito invece solo ai costumanti.

Benedizione cavalieri del Terziere Santa Maria

Giovedì 10 Maggio – ore 21:30 Chiesa Santa Maria Impensole
“Benedizione dei Cavalieri del Terziere Santa Maria”

Il terziere Santa Maria nella splendida cornice della chiesa di Santa Maria Impensole benedirà i suoi cavalieri Diego Cipiccia, Tommaso Suadoni e Marco Diafaldi.
Alle 21.30 i cavalieri, come da tradizione, si recheranno nella chiesa di Santa Maria Impensole per ricevere la benedizione del parroco Don Sergio Rossini e per ascoltare il tradizionale discorso del capo priore Danilo Regis e del priore Pamela Raspi che si ripete ogni anno in questa occasione. Si procederà poi con l’investitura e il corteo accompagnerà i cavalieri in Cattedrale per la consegna delle tradizionali rose a San Giovenale.
Nel corteo, in occasione della 50ª edizione ci sarà una novità. Sfileranno tutti i bambini che frequentano la scuderia arancioviola, a testimonianza del futuro del terziere. In più ci saranno tre coppie mamma figlia, storiche di Santa Maria. Stiamo parlando di Nicoletta Meossi che sfilerà a coppia con sua figlia Marta, Cristina Matticari con Adele e Sara Cipiccia con Adele. Anche in questo caso, c’è il richiamo del tema del futuro del terziere, una sorta di passaggio di consegne tra tre dame molto conosciute a Santa Maria e le loro eredi.
Si ricorda che, secondo il piano di sicurezza, l’accesso al pubblico nella chiesa di San Francesco sarà limitato e potranno accedere solo 100 persone. I biglietti, gratuiti, saranno disponibili all’opificio. L’ingresso al Duomo sarà consentito invece solo ai costumanti.

Benedizione cavalieri del Terziere Fraporta

Mercoledì 9 Maggio – ore 21:30 Chiesa San Francesco
“Benedizione dei Cavalieri del Terziere Fraporta”

La cerimonia avverrà alle 21.30 nella chiesa di San Francesco, dove arriverà il corteo che accompagnerà i tre cavalieri giostranti Alessandro Scoccione, Luca Paterni e Massimo Gubbini che verranno benedetti dal parroco Don Sergio Rossini. La cerimonia religiosa terminerà con l’investitura dei cavalieri che verrà effettuata dal capo priore Giuseppe Ratini, accompagnato dal priore Simone Trombetta, che farà anche un discorso dedicato ai suoi fantini. Il corteo si recherà poi al Duomo per portare la tradizionale rosa a San Giovenale, patrono della città.
Il terziere rossoblù festeggia la 50esima edizione della Corsa all’Anello proponendo per la benedizione dei cavalieri un corteo con personaggi e abiti della lunga tradizione della festa narnese: sfileranno figuranti “storici” del terziere con indosso abiti del “corteo vecchio” creati nel primo periodo della Corsa, negli anni Settanta ed Ottanta, “curati, amati e conservati – come hanno spiegato dal terziere – nel tempo nella sartoria di Fraporta”.
Il corteo verrà aperto come sempre dai musici seguiti dal primo alfiere e dalla storica coppia rossoblù. Sfileranno poi tutti i priori che si sono succeduti negli anni, i primi cavalieri giostranti che accompagneranno gli attuali fantini che disputeranno la gara del 13 maggio e un gruppo di nobili dame, anch’esse figure che hanno segnato la storia del corteo storico fraportano. Chiuderanno il corteo il gruppo danza La Pazzia del Ballo e gli Sbandieratori. “Il corteo – hanno concluso dal terziere – rappresenterà Fraporta e la sua storia”.
Si ricorda che, secondo il piano di sicurezza, l’accesso al pubblico nella chiesa di San Francesco sarà limitato e potranno accedere solo 150 persone. L’ingresso al Duomo sarà consentito invece solo ai costumanti.

I quattro canti

Lunedì 7 Maggio – ore 21:30 Teatro Comunale G. Mainini
“I quattro canti”

Incontri nell’Inferno di Dante, con la partecipazione straordinaria di EDOARDO SIRAVO e Germano Rubbi. Spettacolo teatrale scritto e diretto da Germano Rubbi, coreografie di Matteo Corrado eseguite da Matteo Corrado e Alejandro Penalver Nunez.

Narnia Ab Origine

Domenica 6 Maggio
“Narnia Ab Origine”

La nascita di Nequinum e lo scontro tra gli Umbri e i Romani, il fiorente municipio di Narnia lungo la via Flaminia a custodia del passaggio verso l’Adriatico, il tardo impero, Costantino e poi le invasioni dei barbari, Erasmo il Gattamelata e Federico Cesi: il 6 maggio #Narnia rivive in due visite guidate, una al mattino (11.30) una al pomeriggio (16.30) la sua storia dal periodo Umbro al Rinascimento.
Una visita guidata teatralizzata accompagnati dal “Genius Loci” Giuseppe Fortunati,  all’interno di uno dei borghi più ricchi di storia d’Italia.
NARNIA: AB ORIGINE è il primo atto di un sodalizio tra Associazione Ocriculum, Ente Corsa all’Anello e Ente per il Rinascimento ad Acquasparta in collaborazione con il progetto ANTICAE VIAE e i gruppi di rievocazione Suodales Mamartei, Decima Legio, Custodes Urbis e Forte Braccio Vergherese.

A Cantar San Giovenale

Domenica 6 Maggio – alle ore 16:30 in Cattedrale
“A Cantar San Giovenale”

L’Ente Corsa, in collaborazione con la Parrocchia della Cattedrale, organizza la terza edizione della rassegna corale in onore del Santo Patrono.

Parteciperanno:

– Coro Armoniae Coelestes della Cattedrale di Narni

– Schola Cantorum Don Bruno Medori di Attigliano

– Coro della Diocesi di Terni-Narni-Amelia

– Coro di Poggio Mirteto

– Coro di Corchiano

 

In scena il Piccolo Nuovo Teatro

Sabato 5 Maggio – alle ore 22:00 in Piazza Galeotto Marzio
“Zoè, lo stretto rapporto tra l’uomo e la natura, raccontato attraverso i miti greci e la tradizione rinascimentale”

Spettacolo di teatro di strada con trampoli, effetti  pirotecnici, fuochi d’artificio, pregiati costumi e  maschere colorate a cura della Compagnia Piccolo Nuovo Teatro

 

Copyright © 2018 by Ente Corsa all'Anello - Narni (TR). Tutti i diritti sono riservati.