Categoria: News

Corsa all’Anello, ufficializzate le date

La festa dedicata a San Giovenale inizierà il 24 aprile con il passaggio del banditore e terminerà il 12 maggio con la giostra equestre

L’Associazione Corsa all’Anello ha ufficializzato le date dell’edizione 2019 della festa dedicata a San Giovenale. Si inizierà il 24 aprile con il passaggio del banditore e l’apertura delle osterie e il sipario si chiuderà domenica 12 maggio con la gara equestre.

TANTE NOVITÀ – Molte saranno le novità che verranno inserite nel programma delle manifestazioni al quale i responsabili dell’Associazione con i terzieri stanno lavorando da giorni. Ci saranno spettacoli, mostre, banchetti, mercati medievali, giornate a tema e tanti altri eventi mai realizzati prima sul quale ancora c’è il più stretto riserbo. Il programma sarà il perfetto connubio tra tradizione ed innovazione, mantenendo le radici e guardando al futuro.

GLI EVENTI DELLA TRADIZIONE – Ancora è presto per svelare le innovazioni che la nuova associazione apporterà alla prossima edizione, ma di certo si possono già comunicare le date degli eventi tradizionali, a partire dalle giornate medievali: quella di Mezule ci sarà il 26 aprile, mentre i terzieri di Fraporta e Santa Maria andranno in scena entrambi l’1 maggio, il primo di pomeriggio, il secondo di sera. Il 2 maggio ci sarà l’offerta dei ceri e la liberazione del prigioniero, seguita il 3 maggio dalla messa solenne e processione in onore del santo patrono, seguita il pomeriggio dalla corsa storica in piazza dei Priori. Fraporta aprirà le benedizioni ed investiture dei cavalieri l’8 maggio, mentre il 9 maggio sarà la volta di Santa Maria. Chiuderà il ciclo Mezule il 10 maggio. L’11 maggio sarà la volta del grande corteo storico, mentre il 12 maggio avrà luogo l’avvincente gara equestre.

La Corsa all’Anello applaude Alessio Foconi

E’ con grande entusiasmo che la Corsa all’Anello porge il suo più affettuoso applauso ad Alessio Foconi che ha recentemente conquistato una medaglia d’oro ed una di bronzo alla Coppa del Mondo di Tokyo. Lo schermidore ternano è un amico della festa cittadina, per la quale ha dimostrato grande attaccamento.

Alessio Foconi è stato ospite per la prima volta alla Corsa all’Anello nel 2016, insieme al “collega” Luca Simoncelli. I due campioni di scherma si erano esibiti in piazza dei Priori in un duello, entrando nella Platea Major gremita di gente con due mantelli rossi e dei cappucci. Foconi e Simoncelli, testimonial dell’area tematica dello sport, impugnando una spada medievale e studiandosi a vicenda in un momento ricco di pathos come si faceva nei duelli antichi, diedero vita ad un grande momento di spettacolo.

Foconi è poi tornato a Narni, sempre come testimonial dello sport, per la Corsa all’Anello, nel 2017 e nel 2018. L’atleta, in entrambe le edizioni, ha sfilato in occasione del grande corteo storico del sabato sera antecedente la giostra equestre, con un abito cucito apposta per lui dalle abili mani delle sarte della festa cittadina. Il campione ha varcato le vie del centro storico illuminate dalle fiaccole con il corteo dell’Ente Corsa all’Anello, ricevendo gli applausi di tutto il pubblico.

Con l’auspicio che anche nell’edizione 2019 Foconi sia di nuovo ospite della Corsa all’Anello, suggellando l’amicizia instaurata nel corso degli anni con la festa cittadina, rinnoviamo il nostro “grazie” all’atleta ed al suo valore sportivo.

Corsa all’Anello, svelato il nuovo progetto

Si chiama “Il sentiero del tempo” e porterà installazioni video in centro storico che racconteranno 50 anni di festa

La Corsa all’Anello celebra il passato ed il presente raccontando i suoi primi 50 anni attraverso la memoria storica di tutti coloro che hanno vissuto gli emozionanti momenti della manifestazione, raccontandoli con i loro occhi, attraverso contributi video girati nel corso degli anni. Il progetto si chiama “Il sentiero del tempo” e si snoderà lungo via Garibaldi, il corso principale del centro storico di Narni. Questo è la prima grande novità comunicata dalla neo eletta associazione Corsa all’Anello, che sta lavorando a diversi progetti. In occasione del cinquantesimo anniversario della manifestazione, il settore coreografico ha proposto infatti di realizzare un’istallazione che ripercorrerà le tappe principali della festa, attraverso il vasto archivio audiovisivo conservato e ancora da scoprire.

IL SENTIERO DEL TEMPO – In occasione dell’edizione 2019 della Corsa all’Anello, verranno tracciate a terra delle tappe, attraverso fogli adesivi da applicare direttamente a ridosso dei marciapiedi. Ogni tappa riporterà un anno particolarmente significativo per la storia della manifestazione compreso tra il 1969 e il 2019. Le cinque o sei tappe disseminate in ordine cronologico per la via, saranno commentate dai video, proiettati ognuno all’interno della vetrina delle attività commerciali e da un testo che racconterà cosa è successo quell’anno, in Italia e a Narni. Il testo riporterà anche l’autore del video proiettato e il suo ruolo all’interno della manifestazione o la sua eventuale relazione con la città. Il video più bello sarà destinato invece ad una piccola sala di proiezione, allestita nei locali attigui al teatro comunale In questo caso sarà possibile ascoltare anche il sonoro comodamente seduti e in uno spazio isolato dal flusso dei visitatori.

I VIDEO – Il patrimonio audiovisivo comprende i servizi giornalistici dei canali televisivi nazionali e locali, i servizi commissionati dall’Ente Corsa per le campagne di comunicazione degli anni passati, i filmati amatoriali realizzati dai volontari dei terzieri, le riprese video non professionali del corteo storico e degli altri eventi in calendario raccolte dagli spettatori locali e non. Tutti coloro che vorranno contribuire, con un filmato della manifestazione, potranno farlo, consegnandolo all’Ente Corsa ed entrando di fatto a far parte del progetto che racconterà 50 anni di Corsa all’Anello .

MEMORIA POPOLARE DELLA CITTA’ – “Questo – spiegano dall’Associazione Corsa all’Anello – rappresenta per noi una prima tappa di un progetto più ambizioso che riguarda la fondazione di un archivio della Memoria Audiovisiva Popolare della città di Narni. Il progetto non riguarderà soltanto la Corsa all’Anello ma tutte le testimonianze involontarie della gente comune che si è trovata negli anni a filmare le cose care della propria vita, oggi fonte notevole per l’interpretazione della nostra storia e del nostro prossimo futuro”.

TIPO MATERIALE E MODALITÀ DI CONSEGNA

Sono accettati tutti i tipi di filmati su qualsiasi supporto come ad esempio: VHS, VHS-C, Mini-DV, DVD, telefonini.

Per consegnarli potete far riferimento a Foto Video Narni negli orari abituali di apertura negozio, indicando sulle custodie o sulle scatole il nome, cognome, numero di telefono ed e-mail, in modo da avvisare quando poterli venire a recuperare; si ricorda che verrà effettuata solo una copia dei filmati, gli originali saranno restituiti.

Corsa, presentati il nuovo Ente e il campo di gara

Sono stati presentati stamattina nei locali del Digipass di Palazzo dei Priori, alla presenza del sindaco Francesco De Rebotti, dell’assessore alla Corsa all’Anello Silvia Bernardini e del presidente dell’Ente Corsa all’Anello Federico Montesi il nuovo organigramma dell’Ente Corsa all’Anello ed il progetto esecutivo del nuovo Campo de li Giochi che sorgerà dove ora si trova l’antistadio del San Girolamo.

ENTE CORSA ALL’ANELLO – Il presidente dell’Ente Corsa Federico Montesi ha presentato la sua squadra, così composta: il vice presidente e responsabile di contabilità e finanza è Fabrizio Proietti Grilli, la responsabile della segreteria amministrazione e contratti è Paola Benedetti, il responsabile delle pubbliche relazioni e comunicazione è Emiliano Luciani, quello della segreteria organizzazione, logistica e sicurezza è Sergio Pei, le responsabili della segreteria coreografica sono Patrizia Nannini (spettacoli, mostre ed eventi culturali) e Francesca Michelini (coreografia ambiente, rievocazioni e cortei) ed infine i responsabili della segreteria tecnica sono Giovanni Cipiccia (attività equestri) e Filippo Miliacca (infrastrutture e tutela cavalli). In seno all’Ente Corsa è nato anche il Comitato Cultura che si occuperà di divulgazione scientifica, formazione e pubblicazioni. A farne parte sono diversi studiosi narnesi. Il coordinatore è Carlo Capotosti, ex segretario generale dell’Ente Corsa all’Anello e il responsabile è Marco Matticari, ex responsabile della segreteria coreografica.

“Questo – ha affermato Montesi – è un momento molto importante e condivido sia le mie emozioni che le responsabilità con una squadra che crede nel valore della Corsa all’Anello e nelle sue potenzialità. Ci sono già molte idee su cui lavorare e siamo pronti a partire.”.
“Faccio il mio in bocca al lupo – ha detto il sindaco Francesco De Rebotti – alla nuova squadra dell’Ente Corsa all’Anello che insieme al Comune ed ai terzieri di Mezule, Fraporta e Santa Maria, si adopererà per far crescere la Corsa all’Anello”.

NUOVO CAMPO DE LI GIOCHI – A partire dalla 51esima edizione della Corsa all’Anello che si disputerà domenica 12 maggio, la giostra equestre cittadina avrà il suo campo, segnando un traguardo molto importante per la festa cittadina.

I lavori partiranno a breve. Il 7 gennaio scadrà la gara d’appalto e dopo una settimana circa verranno aperte le buste. A quel punto inizieranno subito i lavori che prevedono un investimento di 190mila euro per il primo stralcio che permetterà di poter correre la prossima gara equestre che si disputerà a maggio 2019. L’intervento riguarderà le gradinate preesistenti che verranno riqualificate e che conterranno 2282 posti più 13 per le persone disabili. Verranno riqualificati anche gli accessi e verrà creata un’area per il posizionamento dei box dei cavalli con zona per la sgambatura. Verrà fatto un intervento apposito sul campo di gara che presenterà un fondo in erba e la pista dove correranno i cavalli, in sabbia.

“Il primo stralcio – ha affermato l’assessore Bernardini – sarà seguito negli anni a venire da altri lavori che prevedono anche il posizionamento di nuove tribune sugli altri lati del campo. Per ora abbiamo potuto sfruttare solo un lato, dove si trovano le attuali gradinate, poi si potrà pensare ad altre strutture provvisorie che potranno diventare definitive negli altri lati del Campo de li Giochi”.

“I lavori – ha aggiunto De Rebotti – ci permettono di avere un campo a norma e per la prima volta un impianto Coni. Il nostro obiettivo è quello di migliorare la struttura negli anni a venire, grazie anche al contributo dell’Ente Corsa e dei terzieri. Il nuovo campo, infine, permetterà di poter disputare La Rivincita in un periodo dell’anno diverso da giugno, come è avvenuto negli anni passati. Il Comune, l’Ente ed i terzieri ragioneranno sulla soluzione più consona da adottare”.

Rivincita, Santa Maria conquista la vittoria

Santa Maria trionfa al San Girolamo e porta a casa l’anello della Rivincita. In una lunga gara equestre durata tre ore e terminata intorno alle 1.30 ieri (23 giugno) gli arancioviola hanno bissato la vittoria della Corsa all’Anello di maggio ed hanno conquistato il palio della giostra in notturna.

Gli spettatori del Campo de li Giochi hanno assistito ad un fatto mai avvenuto in cinquanta anni: alla fine della terza tornata sia Mezule che Fraporta che Santa Maria avevano conquistato 165 punti, chiudendo la gara in parità. C’è stato bisogno dello spareggio per il quale i terzieri hanno dovuto scegliere i tre cavalieri da far correre: Diego Cipiccia per Santa Maria, Tommaso Finestra per Mezule e Alessandro Scoccione per Fraporta.

Spareggi – Anche lo spareggio, però ha visto ancora una volta Fraporta e Santa Maria pari merito con 60 punti e Mezule fuori dalla gara con 45 punti.
Secondo spareggio tra Fraporta e Santa Maria ancora una volta incredibilmente a pari punti, 30 per la precisione. Solo il terzo spareggio della gara ha decretato il vincitore con Diego Cipiccia di Santa Maria che ha portato a casa 45 punti e Alessandro Scoccione 30 punti. Gli arancioviola hanno così conquistato l’anello d’argento.
Nel corso dei tre spareggi effettuati da Fraporta e Santa Maria i cavalieri sono stati costretti anche a cambiare cavallo. Cipiccia, che montava Carlotta Spirit ha corso gli ultimi due spareggi con Review Blanc e Scoccione che montava London Eye ha corso l’ultimo scontro scontro con Receptivo.
Insomma, ieri sera è successo davvero di tutto e gli spettatori hanno potuto assistere ad una gara molto lunga ma sicuramente avvincente. Ma ripercorriamo le tornate.

Prima tornata – In campo sono scesi Ernesto Santirosi su Notripforcats per Mezule, Alessandro Scoccione su London Eye per Fraporta e Marco Bisonni su Regina Carolina per Santa Maria. In realtà il cavaliere arancioviola era la riserva ma ha dovuto gareggiare perché il titolare Tommaso Suadoni è stato disarcionato dal cavallo Rewiev Blanc prima di entrare in campo, riportando un lieve infortunio che non gli ha permesso di effettuare la giostra equestre. Santirosi ha portato a casa 60 punti, Scoccione 45 e Bisonni 0 punti. Quindi una partenza negativa per Santa Maria che poi, quindi, vista la vittoria ha davvero compiuto un’impresa.

Seconda tornata – Hanno gareggiato Mirko Concetti per Mezule su Amaldra, Luca Paterni per Fraporta su Mazzini e Diego Cipiccia per Santa Maria su Carlotta Spirit. Concetti ha conquistato 45 punti, Paterni 60 e Cipiccia 90 punti, facendo l’en plein e riaprendo la gara. La destrezza del cavaliere arancioviola gli ha fatto conquistare anche il titolo di miglior cavaliere.

Terza tornata – In campo il debuttante Tommaso Finestra per Mezule su Viandante, Mattia Zannori per Fraporta su Receptivo e Marco Diafaldi per Santa Maria su Pianeta. Finestra ha portato a casa 60 punti, così come Zannori. Diafaldi ha conquistato 75 punti. La gara è così terminata, come si diceva a pari merito, con 165 punti per terziere.
A quel punto si sono quindi svolti gli spareggi che hanno portato la vittoria al terziere di Santa Maria che così hanno conquistato sia la sfida di maggio che la rivincita di giugno.

Rivincita, è il momento della gara al San Girolamo

E’arrivato il momento dell’avvincente gara equestre in notturna. Domani, 23 giugno allo stadio San Girolamo i cavalieri dei terzieri di Mezule, Fraporta e Santa Maria si batteranno all’ultimo anello sulla pista in sabbia, illuminata dai riflettori.

RIVINCITA – La Rivincita si svolgerà dopo l’arrivo del corteo storico che partirà da piazza dei Priori alle 20 e l’esibizione dei Milites Gattamelata e del Gruppo Aragonas che presenterà uno spettacolo equestre con acrobazie a cavallo. Per Mezule correranno Ernesto Santirosi, Mirko Concetti e Tommaso Finestra. Per Fraporta scenderanno in campo Alessandro Scoccione, Mattia Zannori e Luca Paterni. Per Santa Maria correranno infine i tre cavalieri che il 13 maggio scorso nello stesso campo hanno vinto la Corsa all’Anello: Diego Cipiccia, che è anche il responsabile della scuderia, Marco Diafaldi e Tommaso Suadoni. Lo scorso anno la prima edizione della Rivincita è stata vinta da Fraporta con 225 punti, seguita da Santa Maria con 180 punti e da Mezule con 165 punti. Per quanto riguarda i binomi cavallo – cavaliere che domani scenderanno in campo bisognerà attendere il sorteggio che avverrà stasera (22 giugno) alle 18 alla Loggia degli Scolopi.

CORTEO STORICO – Prima della gara, arriverà al San Girolamo il grande corteo storico, con tutta la sua suggestione. Il corteo, ricalcherà quello presentato a maggio, con qualche novità: una piccola riduzione del numero di costumanti, un maggior numero di popolani e la presenza di simboli legati a San Giovanni Battista, santo al quale è dedicata questa edizione di giugno della Corsa all’Anello. Aprirà il corteo il suono dei musici, il gruppo delle magistrature comunali e pontificie con i propri gonfaloni e stendardi, quindi i terzieri di Mezule, Fraporta e Santa Maria con i gruppi delle fanfare, le autorità, le rappresentanze militari, le corporazioni delle arti e le nobili casate delle antiche famiglie. Tutti i terzieri ed anche l’Ente Corsa all’Anello recheranno simboli legati a San Giovanni ed al solstizio d’estate. Mezule avrà come dama degli anelli Monica Rubini, Santa Maria Michela Milli e Fraporta sarà Michela Gallo che porterà l’anello d’argento vinto lo scorso anno. La dama sarà accompagnata dalle ancelle Gaia Matticari e Sara Garofani. Nel corteo dell’Ente Corsa confermata la dama che porterà al campo l’anello d’argento che verrà consegnato al terziere vincitore: Giusi Sottili.

ALTRI EVENTI – Domattina alle 11 alla Sala del Camino di Palazzo Eroli, si terrà la presentazione ufficiale della pubblicazione “La Corsa all’Anello di Narni”, un volume che racchiude la storia e l’evoluzione della festa narnese, ricco di testimonianze , ricerche storiche e materiale fotografico, che vuol fare il punto dell’evento più importante di Narni, a cinquant’anni dalla prima edizione. Interverranno le autorità comunali, il segretario generale dell’Ente Corsa all’Anello Carlo Capotosti, i curatori Fabio Ronci e Marco Matticari ed i vari autori. Modererà il dibattito il responsabile delle pubbliche relazioni dell’Ente Corsa Federico Montesi.

Variazione del programma

L’Ente Corsa all’Anello comunica che per motivi tecnici è stato annullato lo spettacolo “Chanson de Auberon, re degli Elfi e delle Fate” di martedì 19 giugno. Al suo posto ci sarà uno spettacolo della Compagnia della Barraca, con angeli, demoni e creature fantastiche. Lo spettacolo itinerante per le vie del centro storico, con animazione sui trampoli, inizierà alle 20.

Rivincita, Giorgione torna a Narni

C’è grande attesa in città per il ritorno di Giorgio Barchiesi, in arte Giorgione, il celebre cuoco che negli anni passati, in occasione della Corsa all’Anello ha avuto il ruolo di testimonial del settore gastronomico.

LA NOTTE DELLE TABERNAE – L’Ente Corsa all’Anello, per la Rivincita ha organizzato domenica 17 giugno a partire dalle 20.30 una cena itinerante per le osterie dei terzieri di Mezule, Fraporta e Santa Maria, guidata dal celebre cuoco. In ogni taverna ci sarà un piatto ideato da Giorgione ed uno spettacolo con musiche, intrattenimenti, giullari e trampolieri, in collaborazione con “Musica Antiqua” e la “Compagnia de lo Grifone”. La partenza è in piazza dei Priori, il biglietto è acquistabile o alla sede dell’Ente Corsa all’Anello o nelle osterie dei terzieri.

LA STORIA – Ma ecco, la “storia” dell’evento, intitolato “La notte delle tabernae”. In piazza dei Priori, avverrà l’accoglienza dei partecipanti con una serie di spettacoli, fino al momento in cui Giorgione si affaccerà dalla Loggia degli Scolopi per accogliere i suoi ospiti.

Il pubblico, guidato dal cuoco e scortato dai vari personaggi incontrati, raggiungerà così il terziere Mezule in parata. Qui ci sarà la Mensa dei Monaci, con la prima ambientazione ricostruita meticolosamente che verrà spiegata ai partecipanti. Giorgione avrà il compito di introdurre il primo piatto che sarà zuppa di cicerchie con pane di farina di grani antichi. Mentre i commensali mangeranno ci saranno dei racconti in sottofondo.

A questo punto ci si sposterà al terziere Fraporta, sempre guidati da Giorgione e dai vari personaggi incontrati per strada, dove sarà ricostruita la Mensa dei Potenti. Qui ci sarà l’esibizione del coro, il lavaggio delle mani e la spiegazione del banchetto con il piatto introdotto da Giorgione, maltagliati di farine di grani antichi con spuntature di maiale. Alla fine del pasto si esibirà di nuovo il coro.

Sempre in parata, i commensali raggiungeranno alla fine il terziere Santa Maria, dove verrà ricostruita la Mensa di coloro che lavorano, la taverna. Ci sarà una spiegazione della taverna medievale e il piatto, sempre introdotto dal cuoco sarà lo stracotto di guancia di vitello al Ciliegiolo. Qui ci sarà una “giullarata”, seguita dal finale della storia.

Rivincita, giù il velo sul programma degli eventi

E’ scoccato il conto alla rovescia per l’inizio della Rivincita, edizione di giugno della Corsa all’Anello sulla quale si alzerà il sipario sabato 16 giugno. Molte le manifestazioni in programma, che spazieranno dagli spettacoli alla gastronomia, passando per gli eventi religiosi e della tradizione, fino ad arrivare all’attesa gara equestre.
Si inizierà sabato 16 giugno alle 18 con la lettura del bando per le vie della città, seguito alle 19.30 dall’apertura delle osterie e dei forni. Alle 22 in piazza Galeotto Marzio in piazza Galeotto Marzio la Compagnia del Piccolo Nuovo Teatro metterà in scena “Zoè, lo stretto rapporto tra l’uomo e la natura, raccontato attraverso i miti greci e la tradizione rinascimentale”, spettacolo con trampoli, effetti pirotecnici, fuochi d’artificio, pregiati costumi e maschere colorate.

Domenica 17 giugno si terrà invece “La notte delle tabernae”, giro per osterie di Narni con il cuoco Giorgio Barchiesi, meglio conosciuto come Giorgione, tra musica, spettacoli, giullari e gastronomia. L’Ente Corsa all’Anello ha organizzato una cena itinerante per le osterie dei terzieri di Mezule, Fraporta e Santa Maria, guidata dal celebre cuoco. In ogni taverna ci sarà un piatto ideato da Giorgione ed uno spettacolo con musiche, intrattenimenti, giullari e trampolieri, in collaborazione con “Musica Antiqua” e la “Compagnia de lo Grifone”. La partenza è alle 20.30 in piazza dei Priori, il biglietto è acquistabile o alla sede dell’Ente Corsa all’Anello o nelle osterie dei terzieri. Sempre domenica sera, alle 21.30 allo stadio San Girolamo (Campo dei li Giochi) si terranno le prove ufficiali della Rivincita.

Lunedì 18 giugno alle 22 in piazza dei Priori sarà la volta dello spettacolo “Vita Faber Aevi” a cura del gruppo teatro danza “Il Corteggio” del terziere Mezule, mentre martedì 19 giugno sempre alle 22 in piazza dei Priori ci sarà “Chanson de Auberon, re degli Elfi e delle Fate”, spettacolo di musica, combattimenti e danze medievali con la partecipazione del gruppo musici dell’Ente Corsa all’Anello, del Giullare Silvestro, della Compagnia de lo Grifone delle Lame dell’Albornoz.

Mercoledì 20 giugno inizieranno le benedizioni dei cavalieri nelle chiese simbolo dei terzieri. Inizierà Fraporta alle 21.30 nella chiesa di San Francesco, seguita giovedì 21 giugno da Santa Maria nella chiesa di Santa Maria Impensole e da Mezule venerdì 22 giugno nella chiesa di Santa Margherita. Al termine delle cerimonie, officiate dal parroco Don Sergio Rossini, i cavalieri, accompagnati dai cortei si recheranno in Duomo per donare le rose a San Giovenale. Le chiese dove si terranno le benedizioni e la Cattedrale rimarranno aperte ai fedeli e non ci saranno limitazioni sul numero delle persone che potranno accedere.

Sabato 23 giugno alle 11 al museo di Palazzo Eroli verrà presentata la pubblicazione “50 anni della Corsa all’Anello”. Alle 20 da piazza dei Priori partirà il grande corteo storico che si recherà allo stadio San Girolamo dove si disputerà La Rivincita, Corsa all’Anello in notturna che vedrà battersi all’ultimo anello i cavalieri dei terzieri di Mezule, Fraporta e Santa Maria. La giostra equestre avrà luogo dopo l’esibizione dei Milites Gattamelata e del Gruppo Aragonas che presenteranno uno spettacolo equestre con acrobazie a cavallo.

Copyright © 2009 - 2019 by Ente Corsa all'Anello - Narni (TR). Tutti i diritti sono riservati.