istituzionale

MC_001

MC_002

MS0_3715

MS0_5808

MS0_5898

MS0_6543

MS0_6764

MS09816_2

IMG_7156

IMG_7083

IMG_4890

IMG_4896

IMG_4955

IMG_5814

IMG_6329

IMG_6333

IMG_6447

IMG_6640

TS_001

Corsa all’Anello, Narni festeggia San Giovenale

Si inizierà domani con l’offerta dei ceri in Cattedrale, il 3 maggio ci sarà la messa solenne, la processione e la corsa storica

NARNI 1 maggio 2017 – Inizieranno domani (2 maggio) con l’offerta dei ceri e continueranno il 3 maggio con la messa solenne, la processione con il busto del santo e la corsa storica, i festeggiamenti in onore di San Giovenale, patrono della città. Domani sera alle 21 in Cattedrale si terrà “De Cereis et Palii Offerendi”, l’offerta dei ceri e dei palii, rievocazione della tradizionale offerta al patrono. La luminaria delle autorità comunali e pontificie, delle corporazioni, dei castelli, alla luce di ceri e fiaccole, porgerà il proprio omaggio al vescovo della diocesi di Terni, Narni e Amelia Giuseppe Piemontese. Sfileranno in costume medievale i nobili e le magistrature cittadine che dal palazzo comunale si recheranno nella Cattedrale impugnando un grande cero che verrà donato  al vescovo in segno di devozione al Santo Giovenale.
Il 3 maggio, giornata del patrono, avrà luogo alle 10.30 la solenne messa officiata da Giuseppe Piemontese, vescovo della diocesi di Terni, Narni, Amelia. Al termine della funzione religiosa, partirà dal Duomo la tradizionale processione che attraverserà le vie cittadine con il busto di San Giovenale. Parteciperanno i fedeli, le autorità cittadine, gli esponenti della chiesa e le delegazioni dei terzieri in costume trecentesco, precedute dai musici.
Alle 17 in piazza dei Priori, tra il palazzo comunale e la torre civica, verrà poi disputata la Corsa all’Anello Storica, tradizionale evento dove nella piazza del centro storico, lungo un percorso in linea con gli statuti risalenti al 1371, si sfideranno quattordici cavalieri dei terzieri di Mezule, Fraporta e Santa Maria. Correranno per Mezule Ernesto Santirosi, Fabrizio Fani, Federico Scatolini e Mirko Concetti, per Fraporta Luca Saltimbanco, Filippo Quadraccia, Leonardo Piciucchi, Luca Paterni e Luca Chitarrini, per Santa Maria Diego Cipiccia, Marco Elefante, Tommaso Suadoni, Leonardo Sciamannini e Filippo Meloscia. La corsa storica è un assaggio di quella moderna che si terrà allo stadio San Girolamo domenica 14 maggio. Il bersaglio è posto lungo una pista in terra battuta, sulla sinistra del cavaliere ad una altezza che simula la posizione della testa dell’avversario lungo la lizza di un torneo. L’anello di dimensioni ridotte verrà assegnato all’ultimo concorrente che tra gli altri riuscirà a rimanere in gara.

RSS
Facebook
Google+
Twitter
YouTube
Instagram