Mese: Aprile 2019

STELLA SPLENDENS – Micrologus & Narnia Cantores

Dare importanza alla preghiera e arricchirla, entrare in sintonia con lo spirito attraverso suoni e canto: il Medioevo è ricco di musica e questa sera, il Teatro Comunale farà da cornice a un evento unico.

“STELLA SPLENDENS”, MICROLOGUS & NARNIA CANTORES       

Dai celebri brani del Llibre Vermell alle Cantigas di Santa Maria, un percorso attraverso la storia e le suggestioni del pellegrinaggio nel medioevo – un grande fenomeno di massa che coinvolse folle di pellegrini alla ricerca della salvezza.

Il canto e la musica accompagnarono questa esperienza nei più vari aspetti: dalla devozione, ispirata da quei miracoli della Vergine che li spinsero al viaggio, alla penitenza, alla speranza, sino all’esultanza per aver raggiunto la meta tanto agognata; una tale irrefrenabile gioia, dopo tante lacrime e sofferenze, da trasformarsi in danza collettiva.

In questa esibizione dell’Ensemble Micrologus con i Narnia Cantores si riascolteranno le splendide melodie in latino ed in lingua galego-português giunte sino a noi dagli antichi manoscritti medievali, filologicamente accompagnate da strumenti storici come liuto, viella, ribeca, flauti, arpa e percussioni, tutti fedelmente ricostruiti sulle iconografie dell’epoca.

Gruppo di musicisti medievali Micrologus
Ensemble Micrologus

ENSEMBLE MICROLOGUS & NARNIA CANTORES

Un’inedita sodalitas quella tra i Micrologus

  • Patrizia Bovi: canto, arpa gotica, tromba medievale
  • Goffredo Degli Esposti: flauto bicalamo, cennamella, cornamusa
  • Gabriele Russo: viola, ribeca, tromba medievale Simone Sorini: cantore al liuto
  • Lorenzo Lolli: percussioni, voce

E gli splendidi Narnia Cantores con la Direzione del M° Simone Sorini.

Un’esperienza unica, un evento musicale da non perdere all’interno del programma della festa, che darà il via alla 51ma edizione della Corsa all’Anello.

20 aprile 1303 – Nasce La Sapienza

Il Medioevo delle arti e della cultura è un enorme libro dove le pagine da sfogliare raccontano mirabili storie come quella della nascita dell’Università de La Sapienza di Roma

20 APRILE 1303 – NASCE L’UNIVERSITÀ DI ROMA

Dopo la scomunica a Filippo IV di Francia con la bolla Unam Sanctam dove ribadiva strenuamente la superiorità universale della Chiesa, il 20 aprile del 1303, Benedetto Ceretani, al secolo Bonifacio VIII con la bolla pontificia “In Supremae Preminentia Dignitatis” istituì lo Studium Urbis, l’Università di Roma.

Gli stabili dell’Università vennero posti al di fuori delle mura vaticane a Trastevere e segnarono un nuovo rapporto tra l’Urbe e gli studiosi che giungevano giungevano a Roma da tutte le parti del mondo.

INITIUM SAPIENTIAE TIMOR DOMINI: LA SAPIENZA

Da allora, e attraverso gli anni, l’Università di Roma accrebbe di importanza e prestigio ma fu solo verso il 1660 che lo Studium Urbis, trasferitosi in Corso Rinascimento prende il nome di Sapienza da un’epigrafe posta sopra il portone d’ingresso “Initium Sapientiae timor Domini” (l’inizio della Sapienza è il timor di Dio).

Dieci anni dopo, Papa Alessandro VII vi inaugurava la ricchissima “Biblioteca Alessandrina”.

Cortile del Palazzo della Sapienza a Roma
Palazzo della Sapienza /// Edificio sede dell’Università nel Rinascimento

CORSA ALL’ANELLO: DAL 1300 A OGGI, UNA SFIDA MODERNA CHE TRAE ORIGINI DAL NOSTRO PASSATO

Dare uno sguardo al passato per meglio capire il nostro presente: è questo quanto facciamo ricordando con la Corsa e con gli eventi dedicati al nostro Patrono dal 1371 ogni anno per le vie della nostra città di Narnia che dal XIV sec. a oggi offre a noi il gusto della vita e della suggestione del Medioevo

13 aprile – Nasce NarniAdventures

A luglio Sony lanciava il walkman e un mese dopo usciva nelle sale  Apocalypse Now capolavoro di Francis Ford Coppola, a fine anno i Pink Floyd lanciavano  The Wall e nello stesso periodo nasceva. Era il 1979 e tante cose stavano nascendo…

1979, INIZIA L’AVVENTURA DI NARNI SOTTERRANEA – 2019 NASCE NARNI ADVENTURES

Era il 1979 quando alcuni ragazzi del Gruppo Speleologico UTEC di Narni, allenandosi a scendere da uno degli speroni a picco sul Nera, scoprirono un piccolo passaggio nascosto dai rovi sotto quelli che erano i ruderi di un convento domenicano.

1994 NASCE NARNI SOTTERRANEA

Questo l’inizio di un’avventura che nel 1994 giunse alla prima fase di sviluppo con la nascita di Narni Sotterranea e l’apertura al pubblico di diversi suggestivi ambienti:

  • il primo una chiesa affrescata del XII-XIII secolo probabilmente consacrata a San Michele Arcangelo;
  • poi un ambiente scavato nella roccia in cui si apriva un’antica cisterna della romana Narnia;
  • infine una piccola porta a cui si accede al luogo più segreto dell’edificio, la stanza dei tormenti – così chiamata nei documenti rinvenuti negli Archivi Vaticani – e, di fianco, la cella carceraria piena di graffiti che raccontano tante storie, in particolare, quella di Giuseppe Andrea Lombardini
Cella carceraria dell'inquisizione a Narni con graffiti
Narni Sotterranea /// Cella Carceraria dell’Inquisizione

2019 NASCE NARNI ADVENTURES

A quaranta anni dalla scoperta del piccolo passaggio tra i rovi della scarpata di fronte l’Abbazia di San Cassiano, nasce – all’interno del Lacus, sotto Piazza Garibaldi – Narni Adventures.

Nel cuore di Narni e in uno dei luoghi più frequentati durante la Corsa all’Anello, un piccolo parco avventura sotterraneo con ponti tibetani, teleferica e una parete artificiale per arrampicata.

Gli aspetti ludici saranno rafforzati da quelli divulgativi del mondo sotterraneo in generale e della speleologia in generale e chissà che da qui a 10 anni, magari con la crescita di quei ragazzi che frequenteranno il parco si potrà raccontare, per il cinquantennale, qualche altra e nuova incredibile storia made by Narni Sotterranea!

Un “in bocca al lupo” a Roberto Nini e a tutto il suo incredibile staff da Narni e dalla Corsa all’Anello.

Percorso avventura sotterraneo a Narni
Narni Adventures /// Percorso Avventura

INFO UTILI

Inizialmente il percorso sarà aperto al pubblico nel weekend e durante i festivi. I giorni feriali invece sono riservati alla prenotazione di gruppi e gite scolastiche.

ORARI DI INGRESSO

Sabato – dalle 11:00 alle 18:00

Domenica – dalle 10:00 alle 18:00

Festivi – dalle 10:00 alle 18:00

COSTO BIGLIETTO

Sono previste partenze ogni 30 minuti.Il costo del biglietto per un percorso singolo è di 4,00€ ma è prevista la possibilità di ripetere il percorso avventura per tre volte al prezzo di 10,00€ (8,00€ per i possessori del biglietto di Narni Sotterranea)

3 aprile 1327, PETRARCA INCONTRA LAURA

Era la primavera del 1327, venerdì santo, quando un ventiduenne Francesco Petrarca  incrociò nella Chiesa di Santa Chiara ad Avignone le “belle membra”, il “bel fianco”, i “beglio occhi”, la “gonna leggiadra”, e le “trecce bionde” come l’oro di Laura, consegnando al mondo una delle prime rappresentazioni di quello che oggi chiameremmo un colpo di fulmine.

6 APRILE 1327, COLPO DI FULMINE NEL MEDIOEVO: PETRARCA INCONTRA LAURA

Era ‘l giorno ch’al sol si scoloraro
per la pietà del suo Factore i rai,
quando i’ fui preso, et non me ne guardai,
ché i be’ vostr’occhi, Donna, mi legaro

Francesco Petrarca – Il Canzoniere

Laura diviene il simbolo ideale dell’amore non solo per il poeta aretino ma un po’ per tutti noi che, da allora, leggiamo estasiati i versi di Petrarca.

LAURA: TRA LEGGENDA E STORIA

Molto sappiamo del Petrarca grazie anche alle sue opere biografiche, molto sappiamo intorno all’amore per Laura di cui parla in tante delle sue opere. Poco o nulla sappiamo della vita di Laura.

L’ipotesi più accreditata la identifica con quella Laura De Noves, o “Lauretta della Casa di Salso”, Madame de Sade, nobildonna francese nata nel 1310 e morta – come riporta lo stesso Petrarca in un’annotazione che il poeta scrisse a margine alla sua edizione di Virgilio decorato Simone Martini – sempre il 6 aprile del 1348. Fu sposa, due anni prima dell’incontro con Petrarca, del marchese Ugo de Sade con cui generò 11 figli.

Laura, che si distingueva per le sue proprie virtù, e che fu così tanto celebrata nelle mie poesie, apparve per la prima volta ai miei occhi sul principio della mia maturità, nell’anno del Signore 1327, il giorno 6 di aprile, all’ora prima, nella Chiesa di Santa Chiara ad Avignone; nella stessa città, nello stesso mese di aprile, nello stesso giorno sesto, alla stessa prima ora, nell’anno 1348, quella luce ci fu tolta mentre io mi trovavo a Verona, ignorando il mio fato. Provo una certa consolazione a scrivere questo amaro ricordo di un evento crudele…

Francesco Petrarca – Virgilio, annotazione a margine
Affresco che rappresenta Francesco Petrarca e la sua amata Laura oggi nella sua casa di Arquà
Laura e Petrarca /// Casa del Petrarca ad Arquà Petrarca

LAURA, IL LAURO E IL MITO ETERNO DELL’AMORE NON CORRISPOSTO

Petrarca fu il poeta che meglio seppe fondere il quotidiano e l’assoluto, le piccole cose e quelle celesti e l’idealizzazione dell’amore nella figura femminile di Laura diviene l’espediente retorico per celare l’immagine del trionfo iconografico del lauro, le cui corone erano poste sui capi di coloro che erano considerati i più sommi poeti. Attraverso Laura giunge al Lauro: attraverso la descrizione dell’amore ideale, giunge alla gloria artistica.

D’altro lato Laura è anche l’aura, e l’aurora simbolo della rinascita e del rinnovamento: vi si può trovare riferimento anche al mito di Dafne che, consacrata la sua verginità a Diana e, inseguita da Apollo che se ne innamora, si trasforma in pianta di alloro per sottrarsi a lui.

In questo senso Laura diviene simbolo divino dell’amore aulico non corrisposto.


CORSA ALL’ANELLO: DAL 1300 A OGGI, UNA SFIDA MODERNA CHE TRAE ORIGINI DAL NOSTRO PASSATO

E come è nitida e moderna l’emozione che riviviamo leggendo le liriche del poeta di Arezzo, così è nitida e forte l’emozione che si rivive ogni anno per le vie della nostra città che dal XIV sec. a oggi offre a tutti noi il gusto della vita e delle sfide del Medioevo della Corsa all’Anello.

Con la lettura de lo banno per le vie di Narnia, inizieranno le manifestazioni che ci accompagneranno a La Sfida del 12 maggio con un Programma ricco di eventi e spettacoli.

Copyright © 2009 - 2020 by Ente Corsa all'Anello - Narni (TR). Tutti i diritti sono riservati ed è vietato qualsiasi utilizzo non autorizzato.