Mese: Dicembre 2019

Album Corsa all’Anello, disponibili le nuove figurine

Fatevi un regalo di fine anno, acquistando le figurine per completare l’album 2019 della Corsa all’Anello! Le figurine sono disponibili a Narni alla tabaccheria Elisa Moi in via Garibaldi e all’edicola Maria Grazia Lanari in via Roma. Nuovi volti e tante sorprese per completare l’album più curioso dell’anno che sta per finire! Tutte le foto sono state scattate nel 2019. Il nuovo album vi aspetta nel 2020!

La Corsa all’Anello diventa un presepe

NARNI – La Corsa all’Anello abbraccia il Natale e diventa un presepe. Il presepe degli anelli, così è denominato, si trova in centro storico ed è stato prodotto dalle abili mani delle sarte dei terzieri che durante l’anno creano gli abiti del corteo storico, famoso in tutta Italia. “L’idea – spiega Patrizia Nannini, la responsabile della segreteria coreografica dell’Associazione Corsa all’Anello –  è semplicemente quella di riproporre in miniatura i personaggi del corteo storico al posto dei personaggi classici del presepe, per creare appunto un presepe alternativo, unico ed originale, esclusivo della Corsa all’Anello. Questo presepe è il risultato di un lavoro congiunto, e questo è meraviglioso perché dimostra una volta ancora quanto l’unione e la collaborazione creino capolavori”. Ad essere riprodotti, ovviamente, non sono i volti, ma gli abiti in scala ridotta, con delle figure alte circa trenta centimetri, con stoffe, disegni e particolari totalmente fedeli ai vestiti originali che si indossano durante il corteo storico dell’ultimo sabato della festa. I personaggi al momento realizzati sono i tre capo priori, Cesare Antonini (Mezule), Giuseppe Ratini (Fraporta) e Danilo Regis (Santa Maria) che rappresentano i Re Magi, San Giuseppe, interpretato dal presidente dell’Associazione Corsa all’Anello Federico Montesi, e la Madonna che indossa il nuovo costume realizzato dalla costumista Isabella Cola per l’edizione della Rivincita, che voleva proprio raffigurare la Vergine Maria (si tratta dell’abito indossato in occasione della Rivincita da Noemi Passone che portava il cuscino con l’anello d’argento da consegnare al vincitore ndr). Don Sergio Rossini, parroco della Cattedrale, invece interpreta l’angelo dell’Alleluja. Ci sono poi le tre dame degli anelli nella scorsa edizione interpretate da Francesca Pinarelli (Mezule), Ester Mascellini (Fraporta) e Michela Milli (Santa Maria), fedelmente riprodotte ed un porta gonfalone, quello di Mezule rappresentato in corteo da Amedeo Giombolini. “Questi costumi in scala ridotta – aggiunge la responsabile –  rappresentati minuziosamente in ogni dettaglio, sono l’ennesimo esempio del virtuosismo delle sartorie medievali narnesi. Ci sono volute circa tre ore di lavoro per ogni personaggio, in alcuni casi anche di più, e sono stati ricreati con le stesse identiche stoffe dei loro originali. Il presepe sarà visibile per tutta la durata delle Festività Natalizie dalle 9 alle 19.30 presso il negozio Di Fino in via Garibaldi”.

Tales of Lamu, mostra fotografica e serata di beneficenza per i bambini del Kenya

Un’arte utile e al servizio dei più deboli. Sabato 21 dicembre alle 17 presso l’Auditorium San Domenico si terrà una serata di beneficenza con la mostra fotografica Tales of Lamu progetto solidale nato dall’esperienza in Kenya del fotografo Alessandro Montanari, autore dell’immagine ufficiale scelta per La Rivincita 2019, con cui è in cantiere un ampio ed interessante progetto per la Corsa all’Anello 2020, e della curatrice Valeria Palombo con i bambini della Casa di Accoglienza Anidan.

Anidan ODV è un’organizzazione no profit che si prende cura dei bambini abbandonati o in gravi difficoltà nell’arcipelago di Lamu in Kenya grazie alla realizzazione di una Casa di Accoglienza e di un Ospedale Pediatrico. Durante la serata sarà presentato il libro fotografico Tales of Lamu che racconta il progetto e l’operato di Anidan. Interverranno per illustrare le motivazioni alla base della collaborazione e le finalità del progetto Ugo Mattei Presidente Anidan Italia ODV, Alessandro Montanari autore e fotografo, Lorenzo Lucarelli Assessore alla Cultura del Comune di Narni e Mariacristina Angeli Presidentessa della Commissione alle Pari Opportunità del Comune di Narni.

Il progetto Tales of Lamu è articolato in tre sezioni: “Passato”, “Presente” e “Futuro”. Tutti gli scatti esposti sono in bianco e nero ad eccezione dei ritratti a colore dei “piccoli abitanti” della Casa rappresentanti i loro sogni, per dimostrare come entrare nel Centro Anidan possa cambiare la loro vita e, nonostante le storie durissime da cui provengono, reinventare il loro mondo e dare nuove prospettive per il futuro. Ad oggi, grazie al progetto Tales of Lamu, 28 nuovi bambini orfani o vittime di abusi sono stati accolti nel centro Anidan. La manifestazione è alla sua sesta edizione ma è la prima volta che sarà presentata al pubblico narnese. Il focus centrale della serata è rappresentare, attraverso le immagini in mostra il contesto di appartenenza dei bambini, il loro mondo e le condizioni di vita quotidiana sull’isola di Lamu. Tra gli obiettivi, la raccolta fondi a favore di Anidan per dare un contributo concreto alla crescita e alla formazione scolastica dei 285 bambini accolti nella struttura gestita dalla Onlus e la creazione di un fondo per permettere l’ingresso di nuovi bambini nel Centro.

 Si ringraziano per il sostegno all’iniziativa: il Comune di Narni, Lorenzo Lucarelli Assessore alla Cultura del Comune di Narni, Mariacristina Angeli Presidentessa della Commissione alle Pari Opportunità del Comune di Narni. I proventi dell’evento, come nelle edizioni precedenti, sono devoluti interamente ad Anidan

Corsa, nasce a Narni l’Università del Medioevo Ricostruito

NARNI 10 dicembre – Sabato 14 dicembre alle 18 a Palazzo dei Priori verrà presentato il progetto “Università del Medioevo ricostruito” che conterà una serie di laboratori inerenti alla Corsa all’Anello che si svilupperanno durante tutto l’arco dell’anno ed il tema dell’edizione 2020 (23 aprile – 10 maggio), ossia “Narnia me genuit, Gattamelata fui”, In occasione del 650esimo anniversario della nascita del condottiero narnese Erasmo da Narni, detto il Gattamelata, durante la Corsa all’Anello verranno organizzati una serie di manifestazioni che saranno dedicate al cittadino più illustre di Narni. Ci saranno mostre, spettacoli, giornate di studi, tornei e tanti altri eventi a tema. Alla presentazione, a cura dell’Associazione Corsa all’Anello e della Commissione Cultura Corsa all’Anello, interverranno gli assessori alla Cultura ed alla Corsa all’Anello del Comune di Narni Lorenzo Lucarelli e Silvia Bernardini, il presidente dell’Associazione Corsa all’Anello, Federico Montesi, il presidente della Commissione Cultura Corsa all’Anello Carlo Capotosti e Roberto Stopponi, presidente Centro Studi Storici di Narni.

UNIVERSITA’ DEL MEDIOEVO RICOSTRUITO – Questo progetto, che può essere definito “progetto di progetti”, vuole rendere il Palazzo dei Priori il centro del ‘Medioevo Ricostruito’, essendo oggi sede della Corsa all’Anello ed essendo stato, per sua stessa definizione, sede del potere laico del popolo medievale. Lo scopo è quello di rendere il Palazzo, gioiello di architettura trecentesca, non mero contenitore, ma attualizzato secondo la naturale declinazione moderna. Qui si terranno interessanti laboratori artistici, il cui frutto verrà poi esposto in un museo multimediale (o meglio ‘multimed.iev.ale’) localizzalo nella Sala della Vergine e nelle salette attigue dei terzieri. Ecco i laboratori in programma, che saranno tenuti da docenti specializzati.

Ci sarà quello di musica medievale, dove studenti sia italiani che stranieri saranno ospiti a Narni per poter studiare canto e musica medievale, con la formula Masterclass, per registrare in loco brani specifici, quello del costume medievale, che vuole istituire una commissione sui costumi della Corsa all’Anello. Oltre allo studio ed alla realizzazione degli abiti, il laboratorio verrà improntato anche alla catalogazione dei costumi esistenti, alla rinnovata e maggiore promozione di attività con il mondo della scuola e dell’università proponendosi come sede ospitante di tirocini didattici sia sulla storia del costume, che dei tagli storici, fino alla creazione dell’abito storico ed il miglioramento della biblioteca ed archivio dei settori coreografici della Corsa all’Anello. Questo progetto vuole anche proporre uno studio sul costume del medioevo a Narni, partendo dagli affreschi locali, per trasformarli in abiti, che poi vadano ad arricchire non solo il corteo storico, ma soprattutto il museo del costume, intorno a cui ruoterà il museo multimedievale. Parallelamente verrà sviluppato anche il laboratorio di oreficeria medievale. Anche in questo caso i gioielli realizzati andranno ad arricchire non solo il corteo storico, ma anche il museo del costume.

Ci sarà poi il laboratorio di cucina medievale che creerà un ambiente che favorirà la conoscenza della cucina medievale, sia come atmosfera che come gusto, settore in crescita nell’ambito delle feste medievali, ma ancora sconosciuto al grande pubblico. Si allestirà quindi una taverna sui generis anche per il panorama delle feste storiche, secondo tutti i dettami di una taverna dell’epoca, dai tavoli alle suppellettili (secondo gli Statuti Narnesi del 1371) alle pietanze, create dalla trasformazioni di materie prime a km. 0, all’atmosfera, creata dalla presenza di menestrelli, giocolieri, e giochi da tavola ovviamente medievali. Si avranno poi corsi a livello teorico e pratico.

L’altro laboratorio riguarderà il teatro medievale. Verranno prodotti spettacoli che saranno proposti durante la Corsa all’Anello, godendo così di un palcoscenico di indubbia rinomanza nazionale ed internazionale, che consentirà poi di poter esportare lo spettacolo, unico ed originale, che si avvale di quanto autoprodotto dall’ Università del Medioevo Ricostruito come musiche, costumi ed accessori, in tournèe.

Ci sarà poi spazio per il Museo Multimediale. Il progetto, di Roberto Pileri, riguarda un percorso che fonde la solennità di un’architettura maestosa con la dinamicità di suoni, materiali, colori e storie antiche e moderne della Corsa all’Anello, snodandosi fra le varie sale del piano primo del Palazzo dei Priori tra pergamene interattive, libri animati, costumi del corteo storico, proiezioni, video che racconteranno la festa e la vita nei terzieri. Nei vari spazi, andranno a posizionarsi, a seconda  dell’attinenza, i prodotti dei laboratori, mentre filmati dai monitor ne racconteranno le varie fasi costruttive.

L’ultimo progetto che verrà presentato è “Narnia Tambourin”, festival internazionale del tamburo che proporrà esibizioni di gruppi singoli, parata spettacolo di tutti i gruppi ospiti per le vie del centro storico, esibizione collettiva allo stadio, corsi di costruzione tamburo e scuola di tamburo, storia e pratica, mostre mercato di strumenti, esibizioni scuole di tamburo bambini con angolo a loro dedicato.

Copyright © 2009 - 2019 by Ente Corsa all'Anello - Narni (TR). Tutti i diritti sono riservati ed è vietato qualsiasi utilizzo non autorizzato.