Mese: Gennaio 2020

Candidatura a Responsabile coreografia, ambiente, rievocazioni e cortei

Attivazione della procedura per la Nomina del Responsabile coreografia, ambiente, rievocazioni e cortei.

Si attivano le procedure, previste dallo Statuto, per nomina del Responsabile coreografia, ambiente, rievocazioni e cortei.
Ai sensi dell’art. 23 dello Statuto dell’Associazione, la nomina deve essere effettuata dallo stesso Presidente. Le candidature per la carica di componente del Consiglio Direttivo dell’Associazione Corsa all’Anello di Narni, nella posizione di Responsabile coreografia ambiente, rievocazioni e cortei andranno depositate presso l’ufficio protocollo del Comune di Narni o trasmesse a mezzo PEC all’indirizzo comune.narni@postacert.umbria.it, entro e non oltre il 06/02/2020.

Modulo di candidatura

Corsa all’Anello, le date della “tradizione”

NARNI – L’Associazione Corsa all’Anello sta lavorando al programma della 52esima edizione della festa dedicata a San Giovenale che inizierà il 23 aprile e terminerà il 10 maggio. Intanto, ecco qualche anticipazione sulle date della tradizione che da sempre costituiscono fulcro e radici del programma.

Il 23 aprile la festa si aprirà con il passaggio del banditore e l’apertura dei tipici forni e delle osterie, seguiti nei giorni seguenti dalle giornate medievali dei terzieri. Sabato 2 maggio sarà la volta della tradizionale offerta dei ceri in Cattedrale che farà da suggestivo prologo alla giornata del santo patrono Giovenale. Il 3 maggio si terrà la mattina la messa solenne in Cattedrale e la processione per le vie del centro storico, mentre il pomeriggio la corsa storica in piazza dei Priori, anticipazione della corsa moderna che si terrà al Campo de li Giochi.

Mercoledì 6 maggio inizieranno le emozionanti benedizioni ed investiture dei cavalieri dei terzieri. Inizierà Fraporta nella chiesa di San Francesco, seguita giovedì 7 maggio da Santa Maria nella chiesa di Santa Maria Impensole e l’8 maggio da Mezule nella chiesa di Santa Margherita. Come da tradizione, al termine delle benedizioni, i cavalieri dei terzieri accompagnati dal corteo si recheranno in Cattedrale per portare in dono una rosa a San Giovenale. Sabato 9 maggio a partire dalle 21,30 si snoderà per le città il suggestivo corteo storico formato da 700 costumanti in abito medievale che ricreeranno in un centro storico illuminato solo da fiaccole, la processione del 1371 dedicata al santo patrono. La Corsa all’Anello terminerà domenica 10 maggio con l’avvincente gara equestre al Campo de li Giochi, in cui i cavalieri di Mezule, Fraporta e Santa Maria si daranno battaglia per conquistare l’ambito anello d’argento, ora nel bottino di Fraporta che ha vinto l’edizione 2019 (La Rivincita di settembre era stata vinta invece da Mezule ndr).

 Il programma sarà anche ricco di concerti, mostre, spettacoli e convegni che arricchiranno l’offerta culturale della Corsa all’Anello.

Focus Laboratori: Il Costume Storico

L’Associazione Corsa all’Anello ha presentato un progetto che vuole rendere il Palazzo dei Priori il centro del Medioevo Ricostruito, essendo oggi sede della Corsa all’Anello ed essendo stato, per sua stessa definizione, sede del potere laico del popolo medievale. L’obiettivo è quello di rendere il Palazzo, gioiello di architetture trecentesca, non mero contenitore, ma attualizzato secondo la naturale declinazione moderna. Vi si terranno quindi laboratori artistici a 360°, il cui frutto verrà poi esposto in un museo multimediale (o meglio multimed.iev.ale) localizzalo nella Sala della Vergine e Salette attigue dei Terzieri. Ogni laboratorio è un progetto unico e a partire da oggi faremo dei focus dedicati.

Il primo laboratorio che presentiamo è quello del COSTUME STORICO.

Questo progetto vuole istituire una commissione sui costumi della Corsa all’Anello, che offra strumenti di comprensione e sviluppo di quanto ruota intorno ai costumi storici, crei uno spazio dove riunirsi, programmi iniziative culturali, organizzi periodici momenti formativi con esperti, valorizzi il patrimonio esistente di costumi ed accessori, analizzi nuovi bozzetti e progetti.

Il tutto insieme alla catalogazione dei costumi esistenti, alla rinnovata e maggiore promozione di attività con il mondo della scuola e dell’università proponendosi come sede ospitante di tirocini didattici sia sulla storia del costume, che dei tagli storici, fino alla creazione dell’abito storico ed il miglioramento della biblioteca ed archivio dei settori coreografici della Corsa all’Anello.

Questo progetto vuole altresì proporre uno studio sul costume del medioevo a Narni, partendo dagli affreschi locali, per trasformarli in abiti, che poi vadano ad arricchire non solo il corteo storico, ma soprattutto il museo del costume, intorno a cui ruoterà il museo multimedi.ev.ale.

L’Associazione Corsa all’Anello si avvarrà della collaborazione di Sara Piccolo Paci, antropologa della moda, di Isabella Cola, costumista storica e Form&Job, scuola di estetica (trucco storico). Sono in via di definizione altre collaborazioni con storici medievali e scuole ed università del territorio.

Nascerà a Palazzo dei Priori il Museo Multimedievale

NARNI – Nascerà a Palazzo dei Priori il museo multimedievale. Il progetto è stato reso noto nell’ambito della presentazione dell’università del Medioevo Ricostruito (serie di laboratori che faranno vivere la Corsa all’Anello tutto l’anno). Il progetto riguarda un percorso che fonde la solennità di un’architettura maestosa con la dinamicità di suoni, materiali, colori e storie antiche e moderne della Corsa all’Anello, snodandosi fra le varie sale del piano primo del Palazzo dei Priori.

Nella prima (Sala dell’Accoglienza) il visitatore sarà accolto da una grande pergamena interattiva ed animata che narrerà il bando della corsa all’anello mentre da un monitor scorreranno le immagini e  storia di San Giovenale.

Nella seconda  (Sala della Storia) ci sarà un libro animato da sfogliare virtualmente per leggere le riproduzioni dei più antichi documenti cittadini, dagli Statuti alle Riformanze, mentre un plastico animato riprodurrà le attività costruttive e storiche della città.

  La sala grande dell’Anello a seguire, conterrà manichini con i costumi della Corsa all’Anello, che racconteranno riflessioni, memorie e pensieri attraverso fasci sonori direzionali che si attivano avvicinandosi. Un grande grifo proiettato sulle pareti, si animerà, trascinando per tutte le pareti immagini e filmati della Corsa. Un altro plastico animato racconterà questa volta la divisione della città in rioni, anticipando l’accesso alla sala dei terzieri.

La sala dei Terzieri, su due grandi schermi LCD racconterà la vita operosa dei terzieri, dalle sartorie alle scuderie. Una grande tavola orizzontale si animerà con una proiezione interattiva per raccontare il rito del cibo, dai banchetti storici alle contemporanee taverne.

Infine il percorso si completerà con la sala della Memoria in uno spazio circolare che richiama ancora una volta l’anello, fulcro della manifestazione, contenente un grande server, archivio di immagini e filmati della festa. Il progetto è di Roberto Pileri.

Nei vari spazi, andranno a posizionarsi, a seconda  dell’attinenza, i prodotti dei laboratori (musica medievale, cucina medievale, oreficerie medievale, teatro medievale), mentre filmati dai monitor ne racconteranno le varie fasi costruttive. Si creeranno cosi, sezioni ed allestimenti specifici, alternandosi in vari momenti dell’anno, per consentire un continuo divenire dell’intero impianto, mai uguale a se stesso, nel perpetuo simbolo della circolarità  dell’Anello..

Corsa all’Anello, l’edizione 2020 sarà dedicata al Gattamelata

NARNI – La Corsa all’Anello renderà omaggio al cittadino più illustre della città, vale a dire il condottiero Erasmo Gattamelata, di cui ricorre il 650esimo anniversario dalla nascita. Il tema della 52esima edizione sarà proprio incentrato sul condottiero narnese. E se il tema era già stato svelato, ecco qualche anticipazione su cosa accadrà. “Evento nell’evento della già famosa e importante Corsa all’Anello – spiegano dall’Associazione Corsa all’Anello –  la quantità e la qualità degli eventi in fieri, assume la vera e propria valenza di un festival che andrà a concentrarsi nei giorni più intensi della Corsa all’Anello, in programma dal 23 aprile al 10 maggio 2020, o volendo uscire da questa dimensione temporale per andare, con qualche evento, a posizionarsi anche in altri momenti dell’anno. Il programma prevede una giornata di studi con eminenti studiosi del condottiero, una mostra esclusiva al Museo Eroli, con l’esposizione dei frammenti tessili della tomba di Giacoma da Leonessa, ora al museo Antoniano di Padova, e dell’armatura del Gattamelata ora al palazzo ducale di Venezia, nonché copie di documenti gentilmente concessi dalla famiglia Gattamelata, una mostra di ricostruzioni di armi e armature medievali, una mostra di figurini di cavalieri e guerrieri medievali, uno spettacolo teatrale sul condottiero, uno spettacolo musicale sul condottiero, un torneo di scherma storica a cura della compagnia Gens Innominabilis di Castell’Arquato, un torneo medievale a cavallo, un mercato medievale dedicato alle armi.

Copyright © 2009 - 2019 by Ente Corsa all'Anello - Narni (TR). Tutti i diritti sono riservati ed è vietato qualsiasi utilizzo non autorizzato.