fbpx

Mese: Aprile 2021

Alla scoperta del “Corsa all’Anello Virtual Village”

NARNI – Stiamo facendo gli ultimi preparativi, quelli che ci porteranno sino a giovedì 29 aprile, a inaugurare il nostro Corsa all’Anello Virtual Village. Direttamente dal nostro sito sarà possibile accedere al nostro Virtual Village, costruito per mitigare gli effetti di questa nostra voglia di Corsa all’Anello.

Una volta creato il nostro avatar, potremo: interagire con altri utenti, scoprire i luoghi della Corsa, entrare nella taverna dei terzieri (da cui, grazie all’esposizione dei menù, si potranno effettuare prenotazioni per l’asporto!), sederci in una poltroncina di una sala cinematografica e goderci le visioni che offre la Corsa.
E addirittura vivere l’emozione di partecipare, in prima persona, a una Corsa on line.

Non un videogame con score e classifiche, ma una piattaforma che valorizza la nostra voglia di stare insieme e aspettare quel tempo in cui ci si potrà di nuovo sfidare e abbracciare.

Primo Aevo, aperti forni e taverne per l’asporto

Il programma di “Primo Aevo”, oltre ai workshop presenterà una serie di eventi che verranno trasmessi in streaming sui canali ufficiali della Corsa all’Anello e che verranno presentati a breve.
Per quanto riguarda la gastronomia l’Associazione Corsa all’Anello svela alcune anticipazioni che riguardano i forni e le taverne dei tre terzieri di Mezule, Fraporta e Santa Maria, aperte per i pasti da asporto.

La Taverna degli Anelli del terziere Santa Maria sarà aperta per asporto e domicilio il 29 e 30 aprile e l’1, 2 e 3 maggio a cena dalle 18,30 alle 21,30 e a pranzo l’1 e 2 maggio dalle 12 alle 14,30. Il menù presenta vellutata di piselli con pancetta e pane croccante e arrosticini (acqua, vino in bottiglia, birra).

Il terziere Mezule aprirà il forno con la tradizionale focaccia bianca, su ordinazione, dal 23 aprile al 9 maggio, tutti i giorni a partire dalle 19.

L’osteria del terziere Fraporta sarà aperta per l’asporto dal 30 aprile al 3 maggio, a partire dalle 19. Il menù presenta due piatti tipici delle taverne: zuppa di fave fresche e fegatelli.

Primo Aevo, ecco tutti i workshop medievali

Primo Aevo

Ecco tutti i workshop medievali proposti da Corsa all’Anello

NARNI 20 aprile 2021 – Saranno tre i workshop medievali che partiranno con l’evento “Primo Aevo” della Corsa Anello (29 aprile -3 maggio).
I laboratori, di drammaturgia, di cucina medievale e di cornamuse si terranno l’1 e 2 maggio per poi continuare nelle settimane seguenti. I workshop fanno capo a tre progetti distinti e rappresentano il primo step di un percorso che si snoderà nei mesi futuri.

I tre laboratori verranno effettuati in videoconferenza. Per info e prenotazioni a partire da domani, 21 aprile, si potrà accedere alla sezione workshop (canale dedicato) del sito ufficiale della Corsa all’Anello www.corsallanello.it, compilando l’apposito form.

Focus sui workshop Medievali

WORKSHOP DRAMMATURGIA – Il workshop di drammaturgia sarà il primo di una serie di laboratori che avranno come finalità la creazione di uno spettacolo unico nel suo genere, che raccolga tutte le discipline e le eccellenze che la Corsa all’Anello produce da anni, dai musici alle danzatrici, dai protagonisti delle giornate medievali ai costumi storici, divenendo un vero e proprio “manifesto” della Corsa all’Anello. Fondamentale la collaborazione con Davide Sacco ed Ilaria Ceci di Narni Città Teatro, che hanno sposato e progettato l’iniziativa in perfetta simbiosi con la Corsa all’Anello, primo passo verso ulteriori future collaborazioni.

WORKSHOP CUCINA MEDIEVALE – Anche il laboratorio di cucina medievale rappresenta il primo step di un lungo percorso volto alla scoperta del gusto e della cultura gastronomica medievale, attraverso iniziative diversificate incentrate su specifiche categorie che consentano una conoscenza a 360 gradi come le ‘taverne mobili’ improvvisate su carri, progenitrici dello street food moderno, una ‘taverna fissa’ con cibi semplici e atmosfere fedelmente ricostruite, dai giochi da tavola ai menestrelli, ed i ricchi banchetti allestiti fra lo sfarzo delle pietanze e gli spettacoli di intrattenimento. Il percorso, ricco ed importante, sarà tenuto a battesimo da Massimo Montanari, eminenza internazionale in materia ed Elisabetta Carli, specialista di cucina medievale.

WORKSHOP CORNAMUSE – Infine, il corso sulle cornamuse, che vuole intraprendere la conoscenza di un nuovo meraviglioso strumento da introdurre all’interno del corteo storico della Corsa all’Anello per arricchirlo ancor più di nuove musicalità, con un insegnante d’eccezione come Goffredo degli Esposti dell’Ensemble Micrologus, altro docente di livello internazionale. Anche in questo caso il percorso sarà composto di più tappe che aprono le porte all’intero mondo della musica medievale, che potrà essere esplorato, incentrandosi di volta in volta nei variegati strumenti che lo compongono.

PRESENTAZIONE E ORARI WORKSHOPI workshop medievali verranno presentati nell’ambito del programma dell’evento “Primo Aevo” il 30 aprile alle 21 in un talk che verrà trasmesso in diretta sui canali ufficiali della Corsa all’Anello, al quale parteciperanno tutti i docenti.

Calendario delle lezioni


Per quanto riguarda gli orari:
Il laboratorio di drammaturgia (docente Davide Sacco) si terrà l’1 e 2 maggio dalle 16,30 alle 18. A seguire ci saranno altre cinque lezioni a cadenza settimanale, da tre ore ciascuna da concordare con il docente. I
ll laboratorio di cucina (docente Elisabetta Carli) avrà luogo l’1 maggio dalle 15,30 alle 16,30 e il 2 maggio dalle 12 alle 13. I laboratori seguenti saranno da concordare a seconda dell’argomento.
Il laboratorio di cornamuse (docente Goffredo degli Esposti) si terrà l’1 maggio dalle 18 alle 19. A seguire ci saranno altre sette lezioni a cadenza settimanale, di un’ora ciascuna, da concordare con il docente.

Corsa, al via il 29 aprile l’edizione digitale 2021

Corsa all’Anello “Primo Aevo” – dal 29 aprile al 3 maggio

NARNI 15 aprile 2021 – Narni non rinuncia alla Corsa all’Anello e con “Primo Aevo”, edizione digitale 2021, dal 29 aprile al 3 maggio, momento clou di quella che sarebbe stata un’edizione “normale” e date simbolo della tradizione più vera della festa, quelle riportate cioè dagli Statuti Cittadini del 1371, tornerà a far rivivere il Medioevo.

Un’edizione totalmente digitale

Gli eventi si svolgeranno nelle modalità consentite dall’andamento della pandemia e non saranno in presenza a prescindere dal colore in cui sarà inserita l’Umbria nei giorni della manifestazione. Per questo motivo verrà allestito uno “studio televisivo” al Palazzo dei Priori, da dove tutti gli appuntamenti della chermes digitale verranno trasmessi in streaming sui canali ufficiali della Corsa all’Anello.

Gli ospiti dell’edizione digitale 2021

Il programma prevede conferenze, spettacoli, interviste, video, mostre e tour virtuali, momenti di intrattenimento ed appuntamenti gastronomici.

Ospiti di rilievo come Giovanna Baldissin Molli, Duccio Balestracci, Goffredo degli Esposti dei Micrologus, Massimo Montanari e Elena Percivaldi, arricchiranno il programma che prevede la partecipazione attiva e propositiva di tutto il mondo della Corsa all’Anello che in questi giorni sta lavorando alacremente per l’organizzazione di tutte le manifestazioni.

I Workshop dell’Università del Medioevo Ricostruito

Durante l’evento digitale l’Associazione Corsa all’Anello farà partire alcuni dei workshop inseriti nel progetto più ampio dell’Università del Medioevo Ricostruito.

I workshop, che avevano avuto un grande successo nell’edizione che si è tenuta lo scorso settembre, verranno ripetuti e presenteranno docenti di alto livello e a questi se ne aggiungeranno di nuovi.

Il workshop di drammaturgia con Davide Sacco, workshop di Cornamuse con Goffredo degli Esposti e il Laboratorio di cucina medievale con Elisabetta Carli iniziarenno in questi giorni, mentre Giullarata con Andrea Mengaroni, Danza Medievale con Maria Cristina Esposito, Fiati con Fabrizio Antonelli, Percussioni con Simone Sorini, Sartoria con Sara Piccolo Paci, Scenotecnica con Luigi Sacco, Recitazione con Paolo Gazzara e Davide Sacco, Light design con Francesco Bàrbera e Regia con Davide Sacco andranno poi a completare il programma più avanti.

Dopo il 3 Maggio

Nei giorni successivi al 3 maggio, fino al 9, sulle varie piattaforme social della Corsa all’Anello verranno organizzati altri eventi che accompagneranno gli spettatori alla giornata in cui si sarebbe dovuta svolgere l’attesa giostra equestre al Campo de li Giochi. 
Il programma completo dell’edizione digitale, che presenterà anche una grande sorpresa, e dei workshop verrà illustrato in una conferenza stampa in streaming che sarà annunciata a breve.

Proponi il tuo format streaming per l’edizione digitale 2021

Proponi il tuo format streming per l’edizione digitale 2021

Partecipa attivamente con il tuo Terziere

Se sei un contradaiolo, un nostro fan o hai semplicemente un’idea per un progetto che ritieni valido, non esitare ed inviaci la tua proposta, proponi un format streaming per l’edizione digitale 2021.
Puoi sbizzarrirti come vuoi e inventare da solo o con gli amici un “programma tv” registrato o in diretta streaming e partecipare attivamente con il tuo Terziere alla Corsa all’Anello edizione digitale 2021.

Scriviamo insieme l’edizione streaming 2021
Perché la Corsa all’Anello sei anche tu!

Non vediamo l’ora scoprire le vostre idee!!!!
Esamineremo il tuo progetto con cura e attenzione, e se troveremo interessante la tua proposta verrai contattato dalla nostra redazione per questo evento streaming 2021.

Non resta altre che rimboccarsi le maniche e mettersi all’opera!


Buon lavoro popolo della Corsa all’Anello!

Un calendario perpetuo per individuare la data della Pasqua

Un calendario perpetuo per individuare la data della Pasqua

Scoperto a Santa Pudenziana, era di pietra

Come si fa a calcolare la data della Pasqua?

Quando cade la Pasqua quest’anno? Come si fa per calcolare Pasqua? Proviamo a fare chiarezza sul calcolo data mobile più celebre di tutte le festività Cristiane.
Per farlo utilizzeremo un’antica tecnologia medievale… un calendario di pietra, riscoperto in una chiesa in Umbria.

L’unicum di Narni

Non ci tratteniamo sull’antica e suggestiva chiesa ( X secolo), che si trova in località Visciano nelle campagne a sud di Narni, se non perché reca una lapide che costituisce un unicum nel mondo cristiano.

E’ nel piedritto della finestrella, a destra di chi osserva dall’esterno, a sinistra di chi allora, quando cioè la chiesa fu eretta, celebrava la messa. Questa cosa ha un’importanza enorme. Che vedremo!

La lapide reca sette righe di segni numerici.
E una scritta conclusiva: PESAC.
“Pesac” significa, in ebraico, Pasqua.
Vanno spiegati i numeri soprastanti. Come si vede vanno da uno a sette. Ma non in sequenza. Nel senso che essa si interrompe, tranne in un caso, ogni quattro cadenze.
Semplice la spiegazione: nell’anno bisestile quella sequenza ha un salto.
Infatti riprende non col numero successivo ma con quello che segue questo. Passa, per esempio, da 4 a 6 e non a 5. Perché? Perché ogni 4 anni c’è il bisestile e la sequenza si interrompe. Vediamo di capire perché.

Un compromesso fra calendario solare e lunare, ecco perché la data della Pasqua è mobile!

Come tutti sanno le festività cristiane sono di due tipi: quelle di derivazioni ebraica, come la Pasqua e le festività a questa collegate, e quelle di derivazione romana come per esempio il Natale e festività collegate.
Il problema è che mentre le festività romane seguono il calendario solare, quelle di derivazione ebraica seguono il calendario lunare.
Ecco perché la Pasqua rimane festa mobile!
Perchè la luna e il sole hanno tempi molto diversi. Il sole ha il percorso annuale di 365/366 giorni, la luna invece, ha una durata di 354 giorni, 8 ore, 48 minuti e 36 secondi. Conciliare questi due percorsi è difficile. Molto.
Il calendario pasquale di santa Pudenziana (meglio, S.Maria) è un tentativo assolutamente geniale.

Senza perdersi in questioni troppo dettagliate funziona cosi.
Il riferimento è il plenilunio seguente l’equinozio di primavera; 20, 21 marzo (data oscillante) se si osserva il primo plenilunio che segue; che, essendo il mese solare di 28 giorni oscilla, ovviamente, dal 21 marzo a 28 giorni dopo. Cioè dal 21 marzo al 18 aprile. Pasqua cade esattamente la prima domenica susseguente al plenilunio che cade immediatamente dopo uno di quei giorni. Ecco perché quella festività oscilla fra il 22 marzo e il 25 aprile.


Che significano quei numeri? Leggendo il calendario di pietra scoprirai la data di Pasqua

Che significano qui numeri?
Che se
in un anno qualunque la
Pasqua cade il giorno dopo un plenilunio, l’anno successivo accadrà il secondo giorno
e l’anno dopo ancora, il terzo giorno dopo la luna piena di primavera e così via.
Salvo il salto del bisestile indicato con la lettera B.
Per un ciclo di 28 anni cui va intercalato, a cadenza, un tre giorni. Proprio per aggiustare i tempi del calendario lunare e solare.
Tutto ciò secondo la cadenza numerica chiaramente esplicita nell’antica iscrizione.

Una curiosità è anche nella scritta PESAC , che significa Pasqua; se si nota ha una cediglia, PE’SAC. E’ Petrus Sacerdos, colui che commissiona l’opera, lo stesso che la firma anche nell’abside, ma in questo caso non con un particolare carattere onciale (che allude al candelabro ebraico) come nell’iscrizione esterna, ma con lettere capitali.


Perché quella lapide è a sinistra di chi celebra?

Perchè è il cornuepistolae, cioè il tempo.
A destra, sempre della finestrella, c’è una lapide liscia. Cornuevangelii, che è l’eternità.
Chi era il committente abate Pietro? L’abate di S. Angelo e s. Benedetto in Massa.
Ma questo è altro racconto.

Chiesa di Santa Pudenziana – Calendario Pasquale perpetuo
Foto: Jacopo Matticari


Bruno Marone

Corsa, applausi oltreoceano per lo spettacolo su Dante

Grande successo di Narni Corsa all’Anello a Miami per l’iniziativa Dante 700

NARNI 1 aprile 2021 – Lo spettacolo dedicato a Dante Alighieri “Dante 700 – Inferno – E quindi uscimmo a riveder le stelle” trasmesso in streaming sui canali ufficiali della Corsa all’Anello, fa parte di un progetto che presto darà vita a nuove produzioni. 
Molti i commenti positivi rivolti al video ed al protagonista, l’attore Andrea Mengaroni, che, attraverso la sua voce, ha fatto vivere agli spettatori alcuni dei più celebri canti dell’Inferno, accompagnandoli nei suggestivi scenari di una Narni Dantesca.

La parola al protagonista di Dante 700

Sono molto soddisfattoha affermato Andrea Mengaroni del risultato raggiunto. Sono molti anni che mi dedico alla lettura di Dante e, in occasione del ‘Dantedì’, ho proposto la relizzazione del video all’Associazione Corsa all’Anello che ha subito sposato la mia idea, mettendo a disposizione le professionalità per la realizzazione, che è stata un successo e che può rappresentare anche lo spunto per nuove idee”.

Una nuova collaborazione che andrà avanti nel tempo

L’evento, ha testimoniato poi, una nuova collaborazione, che andrà avanti nel tempo. E’ stato infatti realizzato in collaborazione con Odli (Organizzazione Diffusione Lingua Italiana) e con il Consolato d’Italia a Miami.
Il video è stato diffuso nelle scuole e nelle università della circoscrizione consolare di Miami in cui si insegna italiano, affinché possa essere utilizzato a scopo didattico e possa valorizzare la ricca e multiforme cultura italiana. Gli spettatori, anche in questo caso, hanno molto apprezzato il video, rivolgendo i loro complimenti al protagonista ed ai realizzatori.

Standing ovation da Miami per Dante

 “Mi complimentoha affermato Maria Rosa Borghi, dirigente scolastica all’ufficio scuola del Consolato Italiano di Miamiper la grande opera teatrale: recitazione appassionata e chiara, scenografie, paesaggi, costumi, musiche, ambientazioni e sottotitoli di piacevole effetto. Sarà molto utile per i nostri studenti che, a livello di studio linguistico, potranno apprezzare diversi aspetti, guidati dai loro insegnanti e poi anche da soli. Un sentito ringraziamento ha concluso la dirigente –  ai numerosi professionisti ed appassionati che hanno reso possibile questo ‘Dante 700 – Inferno’. La nostra collaborazione continuerà con altri progetti”.

In occasione del Dante Day 2021 – ha aggiunto Magda Novelli, Pearson, PhD. ODLI Executive Director –  l’Associazione Corsa all’Anello ha fatto ‘vedere le stelle’ insieme alle meravigliose immagini di una misteriosa Narnia medievale ai molti studenti di italiano delle scuole secondarie e Università della Florida.
Grazie a una neonata collaborazione con l’ente gestore ODLI (Organizzazione Diffusione Lingua Italiana) e l’ufficio scolastico del Consolato Italiano di Miami che portera’ all’esposizione di alcuni costumi medioevali dei Terzieri narnesi a Miami in occasione della prossima ‘Settimana della Lingua Italiana’ che si terra’ nel mese di ottobre 2021.
Grazie Narni e Associazione Corsa all’Anello a nome mio personale, di tutto il board della Odli e dei nostri studenti”.

Copyright © 2009 - 2021 by Ente Corsa all'Anello - Narni (TR). Tutti i diritti sono riservati ed è vietato qualsiasi utilizzo non autorizzato.