Nascerà a Palazzo dei Priori il Museo Multimedievale

NARNI – Nascerà a Palazzo dei Priori il museo multimedievale. Il progetto è stato reso noto nell’ambito della presentazione dell’università del Medioevo Ricostruito (serie di laboratori che faranno vivere la Corsa all’Anello tutto l’anno). Il progetto riguarda un percorso che fonde la solennità di un’architettura maestosa con la dinamicità di suoni, materiali, colori e storie antiche e moderne della Corsa all’Anello, snodandosi fra le varie sale del piano primo del Palazzo dei Priori.

Nella prima (Sala dell’Accoglienza) il visitatore sarà accolto da una grande pergamena interattiva ed animata che narrerà il bando della corsa all’anello mentre da un monitor scorreranno le immagini e  storia di San Giovenale.

Nella seconda  (Sala della Storia) ci sarà un libro animato da sfogliare virtualmente per leggere le riproduzioni dei più antichi documenti cittadini, dagli Statuti alle Riformanze, mentre un plastico animato riprodurrà le attività costruttive e storiche della città.

  La sala grande dell’Anello a seguire, conterrà manichini con i costumi della Corsa all’Anello, che racconteranno riflessioni, memorie e pensieri attraverso fasci sonori direzionali che si attivano avvicinandosi. Un grande grifo proiettato sulle pareti, si animerà, trascinando per tutte le pareti immagini e filmati della Corsa. Un altro plastico animato racconterà questa volta la divisione della città in rioni, anticipando l’accesso alla sala dei terzieri.

La sala dei Terzieri, su due grandi schermi LCD racconterà la vita operosa dei terzieri, dalle sartorie alle scuderie. Una grande tavola orizzontale si animerà con una proiezione interattiva per raccontare il rito del cibo, dai banchetti storici alle contemporanee taverne.

Infine il percorso si completerà con la sala della Memoria in uno spazio circolare che richiama ancora una volta l’anello, fulcro della manifestazione, contenente un grande server, archivio di immagini e filmati della festa. Il progetto è di Roberto Pileri.

Nei vari spazi, andranno a posizionarsi, a seconda  dell’attinenza, i prodotti dei laboratori (musica medievale, cucina medievale, oreficerie medievale, teatro medievale), mentre filmati dai monitor ne racconteranno le varie fasi costruttive. Si creeranno cosi, sezioni ed allestimenti specifici, alternandosi in vari momenti dell’anno, per consentire un continuo divenire dell’intero impianto, mai uguale a se stesso, nel perpetuo simbolo della circolarità  dell’Anello..