fbpx

Tag: eventi umbria

Corsa all’Anello, presentato il programma della Sfida 2022

Corsa all’Anello – il programma della Sfida 2022

NARNI 9 aprile 2022 – Tutto è pronto per l’inizio della 54esima edizione della Corsa all’Anello (21 aprile – 8 maggio), che è stata presentata oggi pomeriggio nella sala consiliare del Comune di Narni.
Presenti, oltre al presidente dell’Associazione Corsa Federico Montesi ed al direttivo, il sindaco di Narni Francesco De Rebotti, l’assessore alla Corsa all’Anello Tiziana Pacciaroni e la consigliera regionale Eleonora Pace.

IL TEMA DEGLI EVENTI 2022

Il tema scelto è senza dubbio attuale: “La Rinascita dopo la peste”. Arte, commercio, cultura: invenzioni e capolavori della fine del Medioevo. E lo è sia in teoria che in pratica, tanto che la Sfida, il primo appuntamento della Corsa all’Anello, vuol finalmente rendere omaggio alla propria tradizione, rinascendo dopo l’epidemia, grazie alle migliorate condizioni pandemiche. Rinasceranno nelle piazze e nelle vie quei suoni, colori e sensazioni, per due anni ricordati e conservati con mostre e ambientazioni nelle passate edizioni.

Tutto tornerà agli occhi del mondo nello splendore che lo ha reso famoso, rinascendo dal covid, come nel Medioevo tutto rinacque a nuovo splendore dopo la peste nera del 1348. Il 1371, anno di riferimento della manifestazione, rappresenta di per sé nei suoi abiti, negli ambienti ricostruiti, nelle giornate medievali, nella corsa storica, il modo più concreto, più spettacolare possibile per dimostrare la “Rinascita”, oggi come allora.

Il programma della Corsa all’Anello 2022, si snoderà per 18 giorni tra eventi della tradizione, mercati, conferenze, mostre, spettacoli, concerti ed esibizioni, non dimenticando l’offerta gastronomica dei terzieri.

Torneranno le giornate medievali (25 e 30 aprile e 1 maggio), l’offerta dei ceri (2 maggio), la processione e la corsa storica (3 maggio), le benedizioni dei cavalieri (4, 5 e 6 maggio), il grande corteo storico (7 maggio) e l’avvincente giostra equestre al Campo de li Giochi (8 maggio).

 

CORSA ALL’ANELLO 2022 – IL PROGRAMMA

Si inizierà giovedì 21 aprile alle 18 con la lettura del bando per le vie della città e l’apertura dei tipici forni ed osterie.  Alle 21 alla Loggia dei Priori si terrà il concerto di apertura “Quadrangulae”, a cura dell’Ensemble Anonima Frottolisti.

Venerdì 22 aprile alla Sala della Vergine (Palazzo dei Priori) ci sarà Ars Palliorum 2022, presentazione del Bravio 2022 dell’artista Xavier Vantaggi. Alle 19 all’Orto di Poca Considerazione di Palazzo dei Priori si terrà il primo appuntamento de Gli Aperitivi delle Pergamene, mentre alle 21 in Piazza dei Priori sarà la volta dello spettacolo itinerante nei tre terzieri con Andrea Mengaroni “Fra Ginepro De Lavigna”, Peregrino a Compostela.

Sabato 23 aprile alle 17 al Pozzo della Comunità ci sarà il premio Ninny Tenuzzo, mentre alle 17.30 all’Auditorium Bortolotti verà presentata la mostra “Tracce” che rimarrà aperta fino all’8 maggio. Alle 20.30 in Piazza dei Priori si terrà lo spettacolo Giullaracci e Giullarini ed alle 21.30 in Piazza Galeotto Marzio si esibiranno i Milites Gattamelata.

Domenica 24 aprile dalle 10 alle 23 ci sarà in Piazza dei Priori il Mercato Medievale ed alle 16.30 all’Orto di poca Considerazione di Palazzo dei Priori si terrà l’incontro con Erika Madera “Medichesse, streghe e sante: il contributo delle donne all’arte della cura. Alle 17.30 al Teatro Manini ci sarà la presentazione della Commissione Cultura della Corsa all’Anello ed alle 18.30 nella Sala Ex Refettorio di Palazzo dei Priori verrà inauguarata la mostra fotografica “L’Anello – Uniti e Distinti” del famoso fotografo romano Alessandro Montanari. Per l’occasione l’attore Francesco Montanari farà delle letture. Alle 18.45 al Chiostro di San’Agostino ci sarà un omaggio ai terzieri della Superba Narnia ed alle 21.30 in Piazza Galeotto Marzio si esibiranno gli Sbandieratori della Città di Narni.

Lunedì 25 aprile dalle 9 alle 20 riaprirà il Mercato Medievale ed alle 17 al Campo de li Giochi si terranno le prove ufficiali della Corsa all’Anello. Alle 17.30 nella Sala Consiliare del Palazzo del Podestà si terrà “La fame e l’abbondanza. Come cambia l’alimentazione dopo la peste nera”, conferenza del celebre professore Massimo Montanari. La conferenza sarà seguita dal seminario di cucina medievale “La fame e l’abbondanza. Ricette medievali del dopo – peste”, con dimostrazioni dal vivo di Elisabetta Carli. Alle 21.30 in Piazza San Bernardo si terrà la giornata medievale del terziere Santa Maria “Vespera ideorum”.

Martedì 26 aprile ci sarà una giornata dedicata ai bambini: alle 10 in Piazza dei Priori si esibiranno gli allievi della scuola primaria di San Liberato ed alle 16.30 quelli della scuola dell’infanzia Rodari di Narni Scalo.

Mercoledì 27 aprile alle 19 all’Orto di Poca Considerazione di Palazzo dei Priori, ci sarà un evento dedicato ai personaggi che hanno fatto la storia della Corsa ed alle 21.30 in Piazza dei Priori si terrà “De la vita nova, il seme sarai”, spettacolo di danza a cura del gruppo Il Corteggio di Mezule.

Giovedì 28 aprile ci sarà la visita dei giurati alle ambientazioni medievali ricreati nei terzieri che saranno visitabili per tutto il periodo della Corsa all’Anello.

Venerdì 29 aprile sarà la volta alle 18 in centro storico dell’esibizione dei piccoli musici delle scuole dei terieri, alle 19 degli Aperitivi delle Pergamene ed alle 21,30 in Piazza San Francesco di “Or Vegna la Danza”, spettacolo di danza a cura di “La pazzia del ballo” del terziere Fraporta.

Sabato 30 aprile alle 18 al Teatro Comunale si terrà un ciclo di approfondimenti sul tema “La Rinascita dopo la peste”. Modererà Federico Fioravanti, ideatore e direttore del Festival del Medioevo. Alle 21.30 in Vicolo dei Capretti, Via dei Lavatoi, Via Cocceio Nerva e nel Sagrato della Chiesa di Santa Margherita ci sarà la giornata medievale del terziere Mezule “De Contemptiis”, emarginati, esclusi, perseguitati.

Domenica 1 maggio alle 11 in Piazza Ivo Germani, ci sarà il battesimo di terziere di Santa Maria, alle 16.30 in Vicolo dei Teatro e Piazza San Francesco la giornata medievale del terziere Fraporta “Un piccolo cero”. Alle 18.30 ci sarà in centro storico uno spettacolo itinerante della Compagnia della Fiera, alle 20.30 in Piazza dei Priori lo spettacolo finale del laboratorio teatrale tenuto da Andrea Mengaroni ed alle 21.45 in Via Mazzini lo spettacolo di danza del gruppo Walpurgis di Santa Maria “Lieto danzar tra arte e mestieri”.

Lunedì 2 maggio alle 21 in Cattedrale si terrà l’Offerta dei Ceri e a mezzanotte il brindisi a San Giovenale.

Martedì 3 maggio, giornata del Patrono San Giovenale, alle 10.30 in Cattedrale ci sarà la solenne celebrazione eucaristica presieduta dal Vescovo Mons. Francesco Antonio Soddu, seguita dalla processione con il busto del santo, in centro storico. Alle 17 in Piazza dei Priori si terrà la corsa storica.

Mercoledì 4 maggio alle 16 in piazza Pozzo della Comunità ci sarà il battesimo di terziere di Mezule ed alle 21.30 nella chiesa di San Francesco si terrà la benedizione dei cavalieri del terziere Fraporta. Seguirà la processione verso la Cattedrale.

Giovedì 5 maggio alle 16.30 in Piazza dei Priori avrà luogo lo spettacolo a cura dei bambini della scuola dell’infanzia San Bernardo ed alle 21.30 nella chiesa di Santa Maria Impensole si terrà la benedizione dei cavalieri di Santa Maria, seguita dalla processione verso la Cattedrale.

Venerdì 6 maggio alle 21.30 nella chiesa di Santa Margherita avrà luogo la benedizione dei cavalieri del terziere Mezule. A seguire la processione verso la Cattedrale.

Sabato 7 maggio alle 18 in Piazza dei Priori si terrà il sorteggio dei cavalieri giostranti. Alle 21 nelle vie del centro storico si snoderà il grande corteo storico.

Domenica 8 maggio alle 14 partirà il corteo storico per il Campo de li Giochi dove alle 16 si svolgerà la Corsa all’Anello. Alle 21.30 in Piazza dei Priori ci sarà la cerimonia di chiusura della 54esima edizione della Corsa all’Anello.

Per tutto il periodo della Corsa all’Anello si potranno gustare i piatti tipici medievali nelle taverne e la focaccia nei forni dei terzieri.

Tutto il programma si può consultare sul sito della Corsa all’Anello 2022 www.corsaallanello.it e sui social della festa.

La Corsa all’Anello di Narni sarà presente da domani, 10 aprile al 12 aprile alla Bit di Milano, nell’ambito del progetto Medieval Italy.

CONSULTA IL PROGRAMMA COMPLETO 

Narni 1311, l’Offerta dei Ceri

Narni 1311, l’Offerta dei Ceri 

1879, Memoria della Vigilia

La sera del 2 maggio, Vigilia della Festa di san Giovenale, ‘nell’ora della completa gl’illustrissimi Priori seguiti dal Medico, dal Direttore delle scuole e dai Castaldi in costume movendo dal Palazzo Municipale si recavano in Cattedrale, ed adorata la tomba del Santo, presentavano un’offerta di Ceri e due Palli di seta’. Così annotava nel 1879 Giacinto Nicolai in “Vita e miracoli di s. Giovenale africano”, certificando un antichissimo rito narnese, per la cui origine è necessario entrare nei primi decenni del XIII secolo.

1283, Tra Umbria e Sabina

In quel tempo la consegna di un cero per il Patrono da parte dei castelli soggetti era una prassi comune, e per Narni alcuni autori indicano l’anno 1227 come data iniziale, partendo da una Lettera di papa Gregorio IX indirizzata al Capitolo della Cattedrale. Un documento che in realtà conferma i beni già elencati nel 1139 e nel 1224, e che tuttavia non tratta della consegna dei ceri, pratica comunque attestata nel territorio, e ne è esempio Amelia che nel 1208 ne recava uno a Todi per la festa di san Fortunato (G. Ceci “Todi nel Medioevo”, 1897). 

Di quella usanza si hanno pure riscontri con la Sabina nel 1283, anno in cui Configni e Tarano si obbligavano a portare ceri per san Giovenale, mentre Monte Calvo, oggi località di Cottanello, nel 1299 si impegnava a versare a Narni un cero di tre libbre in denari lucchesi. Ed erano offerte che rispondevano a protocolli individuali, ma forse era giunto il momento di mettere a sistema quella sorta di imposta, e di uniformare le modalità delle consegne. 

1311, L’Offerta dei Ceri

Di fatto, qualche anno dopo, ed esattamente l’8 agosto 1311, il Capitano del popolo Burdonus de Sinerilglo convocò nella chiesa di sant’Agostino un’Assemblea generale per regolamentare l’Offerta dei ceri per la Festa di san Giovenale. Il Console anziano Giovenale Malatesta fu coordinatore della proposta, approvata con 112 voti e quattro contrari, per cui subito si istituì una commissione formata dallo stesso Capitano, dai Consoli e dal Podestà (Archivio capitolare). 

L’intervento fu trascritto dal cancelliere Petrus Andree Jacobi, certamente lo stesso  ‘Petri Andreae de Narnia olim Notarij’ che compare al capitolo 242 del Libro Primo degli Statuti, trascritti nel 1371 (Statuta, 1716). Disposizioni che raccontano la vita della città, soffermandosi anche sulla normativa dei ceri.

1371, Dagli Statuti

Disciplina di cui si può cogliere il senso ai capitoli 210 (De cereis..) e 220 del Libro Primo, che rivelano le terre sottoposte alla giurisdizione di Narni. Un elenco che si completa nelle figure degli Ufficiali comunali e degli Anteposti di quelle Arti che già il primo aprile erano invitate a fabbricare il cero (Primo, cp. 188), che doveva essere di cera bianca, con stoppino di cotone, senza scarto della lavorazione dell’olio, come si ricava dal capitolo 124 del Libro Terzo, che considera la maniera di trattare la cera: ‘de modo laborandi ceram in Civitate Narnia’.

1599, I Ceri perduti e l’Indulto ritrovato

Il rituale dei ceri, nel quale si inserisce il donativo di pesci di Moggio nel Reatino, documentato nel 1227, si è modellato negli anni omettendo alcune realtà, tra le quali  i monasteri di santa Croce, di santa Margherita e di san Luca, nell’abitato di Narni, 

ed il convento di san Giovanni di Lugnola, nell’area di Configni, che recavano ceri ‘in festo s. Juvenalis’ (Bocciarelli).

Quindi ceri dimenticati, al pari dei ‘Palli di seta’ presentati alla Vigilia e nella Festa, ricordati dal Nicolai, che al 3 maggio elencava anche la grazia per un condannato a morte dal Governatore, un Privilegio conferito dai pontefici, e in ultimo da Clemente VIII nel 1599. E probabilmente quella Concessione era sostenuta dalla Compagnia della Misericordia, insediata nella chiesa di san Giovanni, come sembra suggerire un passo delle Riformanze del 17 aprile 1591. 

Oggi la liberazione di un prigioniero è una parte della liturgia dei ceri, proposta dal vescovo Vincenzo Paglia -in diocesi dal 2000 al 2012-, che ha reinterpretato l’antico Indulto come riscatto ‘di uno dei condannati a morte che giacciono in tante prigioni del mondo’ (Omelia, 3 maggio 2002). 

La sera del 2 maggio l’Offerta dei Ceri rivive ogni anno

La cera, indicata nel peso secondo la consistenza finanziaria dell’offerente, nuova e bianca per stato e qualità, era elemento indispensabile nell’esercizio del culto. Aver trasformato quel tributo nella solennità di un rito è merito dell’Assemblea del 1311, mentre si deve alle pergamene del Capitolo dei canonici e dell’Archivio comunale averne mantenuto la memoria, che poi è un tratto della storia del Territorio, -quindi della città e delle frazioni che lo compongono-, rivissuto nel segno del Santo che lo identifica.
Per cui ieri come oggi la sera del 2 maggio,
‘nell’ora della completa gl’illustrissimi Priori…,’.

 

Claudio Magnosi

 LEGGI ALTRI “Racconti delle Pergamene”

 

  1. Diamanti- C. Mariani, Il Fondo diplomatico dell’Archivio storico comunale di Narni, 1986 -“Le pergamene dell’archivio del Capitolo della cattedrale di Narni (1047-1941) Regesti”, per C. Perissinotto, E. David, C. Carmi, V. Coronelli, e per la Sovrintendenza archivista e bibliografica dell’Umbria e delle Marche, Perugia 2017 -C. S. Bocciarelli “Cathedralis narniensis Ecclesiae”, 1720.

Corsa, al via la benedizione dei cavalieri

NARNI 31 agosto 2021 – Al via domani le benedizioni dei cavalieri della Corsa all’Anello.
Le tradizionali cerimonie tornano dopo due anni di assenza ma con formule diverse dovute alle regole dettate dall’emergenza covid.
Innanzitutto non ci saranno i cortei ad accompagnare i cavalieri in chiesa. I costumanti in abito medievale si recheranno direttamente nelle chiese dei terzieri per le cerimonie. Allo stesso modo, in uscita, non ci sarà il corteo per il ritorno alle sedi e nemmeno la consegna delle rose al patrono San Giovenale che invece avverrà sabato sera (4 settembre) in una cerimonia congiunta in Cattedrale.

Per quanto riguarda gli spettatori, avranno la possibilità di entrare solo nella chiesa di San Francesco (in numero secondo la capienza) per la benedizione dei cavalieri di Fraporta, vista la maggiore superficie rispetto alle chiese di Santa Maria Impensole (Santa Maria) e Santa Margherita (Mezule) che potranno contenere solo i costumanti che parteciperanno alle cerimonie.
L’Associazione Corsa all’Anello ha comunque messo in programma un talk di approfondimento in onda sulla pagina facebook ufficiale durante tutte e tre le serate delle benedizioni, alle 21, in cui si potranno scoprire aneddoti, cerimoniale, curiosità e molto altro riguardo a questa magnifica e sentita manifestazione e durante il quale un ‘inviato speciale’ si collegherà in diretta streaming per regalare qualche immagine della cerimonia.

BENEDIZIONE FRAPORTA – Ad iniziare, quindi, domani, 1 settembre, sarà il terziere Fraporta. Il parroco, Don Sergio Rossini benedirà i fantini Leonardo Piciucchi, Luca Paterni e Jacopo Rossi nella chiesa di San Francesco alle 21,30. Saranno presenti il capo priore Giuseppe Ratini, il priore Andrea Massarelli, il portagonfalone del terziere, una rappresentanza dei musici, la dama degli anelli che per l’occasione sarà Noemi Passone, con le sue ancelle e le tre coppie delle famiglie Marinata, Montoro e Scotti rappresentate da giovani che militano nel terziere rossoblù. All’interno della chiesa anche i raganicchi che accompagneranno la cerimonia. I costumanti saranno in numero ridotto rispetto alla tradizionale benedizione. La cerimonia si svolgerà secondo tradizione, con la benedizione e l’investitura dei cavalieri.

BENEDIZIONE SANTA MARIAGiovedì 2 settembre sarà la volta del terziere Santa Maria. Don Sergio Rossini benedirà nella chiesa di Santa Maria Impensole alle 21,30 i cavalieri Marco Bisonni, Tommaso Suadoni e Marco Diafaldi. Anche in questo caso i costumanti presenti in chiesa saranno in numero ridotto. Ci saranno il capo priore Danilo Regis e la priora Pamela Raspi che faranno il tradizionale discorso ai fantini ed assisteranno al loro giuramento. Con loro due tubicine, il portagonfalone e il gruppo della scuderia, in costume, che parteciperà alla cerimonia dedicata ai loro fantini. Non sarà presente, proprio per la necessità di ridurre il numero dei costumanti, il gruppo delle dame arancioviola. Le veci della dama degli anelli, in questa occasione, le farà la priora. La cerimonia si svolgerà anche in questo caso come da tradizione, con la benedizione e l’investitura dei cavalieri.

BENEDIZIONE MEZULE – A chiudere il ciclo delle benedizioni sarà il terziere Mezule. Don Sergio Rossini venerdì 3 settembre alle 21,30 nella chiesa di Santa Margherita benedirà i cavalieri Tommaso Finestra, Ernesto Wilmi Santirosi e Cristiano Liti. In chiesa il capo priore Cesare Antonini, la priora Serenella De Arcangelis, la dama bianconera che per l’occasione sarà Francesca Ronci, con le ancelle, il portagonfalone e due tubicine. Anche in questo caso il numero dei costumanti sarà ridotto. L’investitura seguirà il rito tradizionale della cerimonia e sarà raccontata da due narratori, Alessandro Carlaccini e Mariella Agri. Al tradizionale lavaggio delle mani, seguirà il gesto del capo priore che poserà la spada sulla testa dei fantini incoronandoli cavalieri. Sarà poi la volta della “vestizione” dei giostranti, effettuata per la prima volta dalla priora, con mantelli, speroni e lance, fino ad arrivare alla preghiera di giuramento dei cavalieri e ai doni portati dalle ancelle consistenti in una stella, simbolo della luce della Divina Provvidenza che conduce alla vittoria ed all’anello d’argento, in un giglio, simbolo della purezza del cuore ed una spada, simbolo di braccio forte e fermo.


Corsa, il programma di Secondo Aevo

Grande evento d’apertura per Secondo Aevo

NARNI 20 agosto 2021 – “Velut Arbor Aevo” è il titolo della cerimonia di apertura dell’evento Secondo Aevo.
L’ evento si terrà venerdì 27 agosto alle 21,30 allo stadio Moreno Gubbiotti (ex San Girolamo) e vuole essere un grande omaggio alla Corsa all’Anello e a tutto il suo mondo, la testimonianza ed il saluto alla rinascita dopo due anni di fermata dovuti alla pandemia. Simbolo della manifestazione saranno gli alberi, come ritorno alla vita. “Tanto più affondiamo le radici e i rami saranno rigogliosi, tantomeno temeremo il vento”, così come gli alberi che saranno presenti in campo proprio a testimoniare ciò.

La cerimonia di apertura vuole omaggiare la Corsa all’Anello, la tradizione e la storia della città di Narni, tramite il racconto di una narratrice che vestirà i panni di una nonna e che racconterà a sua nipote una storia realmente accaduta alla fine del 1300.
Nel campo ci saranno otto “quadri” che dal buio (in ognuno di loro un albero di ulivo), verranno illuminati e si animeranno solo quando la narratrice parlerà di loro. Giochi di luci ed ombre, suggestione e storia, catapulteranno il pubblico nel cuore pulsante della Corsa all’Anello. I protagonisti saranno le allegorie dei tre tre terzieri di Mezule, Fraporta e Santa Maria e della città di Narni con i relativi gonfaloni ed i gruppi storici della Corsa all’Anello: i Milites Gattamelata, gli arcieri, gli sbandieratori Città di Narni e la Compagnia della Fiera.

Sarà poi la volta delle danzatrici dei tre gruppi danza dei terzieri, Il Corteggio di Mezule, La Pazzia del Ballo di Fraporta e Walpurgis di Santa Maria e dei gruppi musici della Corsa all’Anello che poi si esibiranno singolarmente in uno spettacolo fatto di luci e suoni, in una suggestiva coreografia carica di emozione.

Insomma, la Corsa all’Anello di Secondo Aevo ripartirà con un grande evento di apertura, omaggiando la sua storia e la sua tradizione attraverso la “voce” dei gruppi storici che da anni ne fanno parte e che la rendono unica.

L’Associazione Corsa all’Anello ricorda che i posti allo stadio Moreno Gubbiotti, a causa delle regole relative all’emergenza covid – 19 saranno limitati. Pertanto è obbligatorio prenotarsi per accedere all’evento gratuito attraverso il seguente link, nella sezione biglietteria del sito ufficiale della Corsa all’Anello. L’accesso all’evento sarà riservato ai soli possessori di Green Pass. 


Corsa, il programma di Secondo Aevo

Corsa, il programma di Secondo Aevo

Corsa all’Anello, il programma di Secondo Aevo

NARNI 17 agosto 2021 – Inizierà il 27 agosto e terminerà il 5 settembre con l’attesa Corsa all’Anello al Campo de li Giochi, la prima edizione di Secondo Aevo.
Molti saranno gli eventi che si snoderanno nei dieci giorni di festa, unendo il mondo digitale alle manifestazioni in presenza.
Tradizione e novità si fonderanno in un connubio vincente per un evento che presenterà ancora una volta una nuova formula, un modo di reinventarsi e regalare prodotti di qualità, nonostante le restrizioni derivanti dall’emergenza sanitaria.

SECONDO AEVO – IL PROGRAMMA

  • Si inizierà venerdì 27 agosto alle 18 con il banditore. Alle 18,30 a Palazzo dei Priori (sotterranei – mercato) con l’inaugurazione della mostra collettiva “Centro.
    Dalla costa tirrenica laziale a quella adriatica, marchigiana e abruzzese passando per l’Umbria”, a cura dell’Associazione Minerva – MinervAArte. Alle 18,45 al primo piano di Palazzo dei Priori si terrà l’inaugurazione dell’installazione “De Festivitatibus custodiendis: Il Corteo Storico”, viaggio fra i costumi del corteo storico della Corsa all’Anello.
    Alle 19 all’Orto di Poca Considerazione di Palazzo dei Priori ci sarà il primo appuntamento degli Aperitivi delle Pergamene, divagazioni storiche in compagnia di un bicchiere di vino (l’evento in live – streaming tornerà alla stessa ora con altri appuntamenti nei giorni successivi). Alle 21,30 allo stadio Moreno Gubbiotti (San Girolamo) si terrà la cerimonia di apertura di Secondo Aevo “Velut arbor aevo. Come l’albero che cresce, tanto più affondiamo le radici e i rami saranno rigogliosi, tanto meno temeremo il vento”.
  • Sabato 28 agosto alle 10 al teatro comunale Manini si terrà “Prologo musicale Florilegio di testi e musiche medievali”, a cura di David Eggert, organizzato dall’Associazione Mozart Italia Terni. Alle 10,30, sempre in teatro, ci sarà il convegno “Gattamelata, il suo tempo, la sua vita e la sua eredità”, che tornerà anche alle 16. Nella stessa giornata ci sarà un evento – torneo sulla scherma storica, la visita al circuito degli ambienti medievali a cura di Sistema Museo (sarà possibile effettuarla tutti i giorni) e dalle 16 alle 22,30 alla Loggia dei Priori si terrà La Fucina delle Arti e dei Mestieri, dal mercato alla didattica che tornerà con altri appuntamenti. Alle 21,30 in piazza dei Priori si terrà lo spettacolo a cura della Compagnia de lo Grifone “La notte di Erasmo”.

  • Domenica 29 agosto alle 17,30 in piazza dei Priori ci sarà la “Vestizione dei Cavaliere” a cura della Compagnia Gens Innominabilis di Castellarquato, alle 18 al Ponte d’Augusto si terrà il concerto organizzato da Suoni Controvento “Omaggio a Ennio Morricone”, con Rosario Giuliani e Luciano Biondini.
    Alle 18,30 ci sarà un’esibizione di combattimenti scenici a cura dei Milites Gattamelata in collaborazione con Le Lame di Albornoz. Alle 21,30 al Chiostro di Sant’Agostino verrà messo in scena “L’assedio: Erasmo da Narni e la guerra dei vivi” di Germano Rubbi.

  • Lunedì 30 agosto alle 18 all’Orto di Poca Considerazione di Palazzo dei Priori un focus su Ars Palliorum. Alle 20 si terrà il banchetto medievale a Palazzo Fraporta “Il banchetto di Medeluccia” ed alle 21,30 in piazza dei Priori ci sarà lo spettacolo di danza storica a cura del gruppo teatrodanza Il Corteggio di Mezule.

  • Martedì 31 agosto alle 21,30 in centro storico ci saranno i Percorsi culturali museali diffusi. Ricostruzioni di ambientazioni medievali a cura di Sistema Museo.

  • Mercoledì 1 settembre ale 18 a Palazzo dei Priori si terrà un focus sulle giornate medievali ed alle 21 sulla benedizione dei cavalieri di Fraporta (streaming con collegamenti dalla benedizione). Alle 21,30 alla chiesa di San Francesco ci sarà la benedizione dei cavalieri di Fraporta con ingresso riservati ai soli membri dell’associazione.

  • Giovedì 2 settembre alle 18,30 su facebook verrà proposta una ricetta della fine del ‘300 a cura del terziere Fraporta ed alle 21 a Palazzo dei Priori ci sarà il focus in streaming con collegamenti in diretta della benedizione dei cavalieri di Santa Maria, che avrà luogo alle 21,30 alla chiesa di Santa Maria Impensole (evento riservato ai soli soci dell’associazione).

  • Venerdì 3 settembre alle 21 ci sarà l’ultimo focus in streaming con collegamento in diretta della benedizione dei cavalieri di Mezule che si terrà alle 21,30 alla chiesa di Santa Margherita (ingresso riservato ai soli soci).

  • Sabato 4 settembre alle 16 a Palazzo dei Priori ci sarà la premiazione del concorso di disegno dedicato a Ninny Tenuzzo, a cura del terziere Mezule e dalle 16 alle 23 tornerà il mercato medievale. Alle 17,30 alla Sala Digipass ci sarà la presentazione del fumetto storico “Cantar de gesta. Narnia me genuit”, di Mauro Laurenti in collaborazione con Fabio Paterni. Ospite d’onore l’archeologo e fumettista Filippo Cenni.
    Alle 21,30 in Cattedrale si terrà “Omaggio a San Giovenale”, cerimonia a cura dei terzieri della Corsa all’Anello. Alle 22,30 in piazza dei Priori ci sarà lo spettacolo degli sbandieratori di Narni.
  • Domenica 5 settembre alle 17 al Campo de li Giochi si terrà la Corsa all’Anello ed alle 21,30 in piazza dei Priori ci sarà la cerimonia di chiusura.

Il programma completo di Secondo Aevo è consultabile sul sito ufficiale della Corsa all’Anello

WORKSHOP – In occasione di Secondo Aevo oltre ai tanti eventi in programma, torneranno anche gli workshop organizzati dall’Associazione Corsa all’Anello.
I laboratori, tenuti da docenti di alto livello, saranno otto:

  • percussioni (docente Simone Sorini)
  • cucina (docente Elisabetta Carli)
  • danza antica (docente Maria Cristina Esposito)
  • chiarina (docente Fabrizio Antonelli)
  • cornamusa (docente Goffredo Degli Esposti)
  • drammaturgia e recitazione (docente Davide Sacco)
  • teatro (docente Andrea Mengaroni)
  • sartoria (docente Sara Piccolo Paci)

    L’organizzazione dei workshop, iniziata lo scorso anno in occasione del Festival delle Arti del Medioevo e continuata quest’anno con Primo Aevo, è il primo step di un’idea molto più ampia che vuole mettere Narni al centro del mondo delle ricostruzioni storiche, grazie all’Università del Medioevo Ricostruito che vede nei laboratori l’avvio di un importante progetto che proseguirà nel tempo.
    Per informazioni ed iscrizioni consultare la sezione sul sito ufficiale della Corsa all’Anello www.corsallanello.it

GASTRONOMIA – Dal 27 agosto al 5 settembre apriranno anche osterie e forni, con una variegata offerta gastronomica.
Per quanto riguarda il terziere Mezule sarà possibile mangiare alla taverna del Pozzo ed al forno. Anche Fraporta aprirà l’osteria ed il forno. A Santa Maria si potrà mangiare alla Taverna degli Anelli, al forno ed agli arrosticini.

INFORMAZIONI IN MERITO OBBLIGO GREEN PASS – Di seguito tutte le informazioni riguardanti l’uso del green pass per gli eventi in programma.

Servirà la certificazione verde Covid – 19 per:

• Partecipare agli eventi presso lo stadio Moreno Gubbiotti
• Partecipare agli eventi presso il Campo dei Giochi
• Partecipare agli eventi presso la Platea Major (piazza dei Priori)
• Partecipare agli spettacoli presso il Teatro comunale
• Partecipare agli spettacoli presso l’Auditorium San Domenico
• Visitare le strutture museali della città
• Mangiare nei ristoranti e nelle taverne al chiuso

La certificazione non sarà necessaria per:
• Mangiare nelle taverne all’aperto e nei ristoranti all’aperto
• Partecipare alle attività di formazione (presso la Loggia dei Priori)
• Partecipare alle celebrazioni religiose
• Utilizzare sistemi di trasporto pubblico locale, navette e ascensori

 

La certificazione verde Covid-19 non è richiesta ai minori di 12 anni e ai soggetti che per motivi di salute (da comprovare attraverso certificazione medica) sono esenti dalla vaccinazione e potranno partecipare agli eventi in programma per Secondo Aevo, senza presentare il GreenPass 

La Corsa all’Anello torna con tanti eventi dal 27 agosto al 5 settembre 2021

NARNI 26 maggio 2021 – La Corsa all’Anello tornerà alla fine dell’estate, dal 27 agosto al 5 settembre, con “Secondo Aevo”, una manifestazione che unirà storia, radici ed innovazione tra eventi della tradizione, conferenze, workshop ed eventi gastronomici in un programma ricco di contenuti che verrà presentato a breve.

La festa sarà “viva e sicura”, come sottolineano dall’Associazione Corsa all’Anello che sta lavorando all’evento con grande entusiasmo per riconsegnare ai contradaioli ed ai turisti un evento per così dire “fisico”, seguendo ovviamente tutte le norme di sicurezza dettate dall’emergenza covid. Dopo una lunga attesa, infatti, la Corsa all’Anello tornerà in campo con gli eventi in presenza che si affiancheranno a quelli digitali ma che vogliono riportare la festa nelle piazze della città.


Una ripartenza attesa, suggellata da tanti eventi che uniranno la parte digitale, che nell’edizione intitolata “Primo Aevo” ha riportato un grande successo di pubblico, con quella in presenza, grazie all’organizzazione di manifestazioni che segneranno il ritorno della festa in centro storico con gli eventi della tradizione, nel rispetto della sicurezza di tutti i partecipanti.


Il tutto sarà accompagnato dall’aspetto formativo, seguendo il percorso iniziato lo scorso anno e continuato ad aprile con i laboratori legati al mondo medievale, che continueranno anche in occasione di “Secondo Aevo” con nuovi interessanti workshop.


Insomma dal 27 agosto al 5 settembre, non mancherà nulla: la Corsa all’Anello 2021 tornerà con tantissimi eventi, affondando ancora una volta le sue radici nella tradizione ed aggiungendo l’innovazione legata al digitale. Come affermano dall’Associazione Corsa all’Anello: “Torniamo a vivere la storia”.
E dopo lo stop dovuto alla pandemia, la promessa diventerà una splendida realtà.

Copyright © 2009 - 2022 by Ente Corsa all'Anello - Narni (TR). Tutti i diritti sono riservati ed è vietato qualsiasi utilizzo non autorizzato.