Tag: rievocazione storica

Corsa all’Anello, Palazzo dei Priori anima della festa

La storica struttura del centro storico ospiterà mostre e degustazioni, unendo arte, cultura e prodotti tipici del territorio

Palazzo dei Priori, sarà il cuore pulsante della 51ª edizione della Corsa all’Anello (24 aprile – 12 maggio). Negli spazi recentemente restaurati dove si trova la sede dell’Associazione Corsa all’Anello, durante la festa cittadina verranno allestite numerose mostre e ci saranno degustazioni, musica e spettacoli che animeranno lo storico Palazzo. Le mostre, che verranno svelate a breve, partiranno dai sotterranei di Palazzo dei Priori (per la prima volta visitabili), passando per il piano terra ed arrivando alle sale attigue alla sede dell’Associazione dove fino all’anno scorso erano sistemati gli abiti del corteo storico, trasferiti al piano superiore proprio per rendere fruibili gli spazi.

Le degustazioni, a base di prodotti tipici locali, avranno luogo, invece, nel cortile interno del Palazzo. Si tratta di una serie di aperitivi accompagnati da musica e spettacoli che allieteranno i visitatori delle mostre, unendo cultura, arte e gastronomia.

Per ora l’Associazione Corsa all’Anello ha deciso di mantenere il più stretto riserbo sulle mostre che spazieranno dal Medioevo all’età contemporanea con la presenza di un artista molto quotato. Un’anticipazione però che hanno fornito è che verranno esposti alcuni dei “bravii” per il miglior terziere realizzati dagli artisti nel corso degli anni e due nuovi e preziosi abiti che quest’anno per la prima volta entreranno a far parte del corteo storico.

“Far rivivere Palazzo dei Priori, completamente allestito e visitabile – ha affermato il presidente dell’Associazione Corsa all’Anello Federico Montesi – era uno degli obiettivi che questa squadra si era data da subito. L’idea è quella di far vivere uno spazio così nobile attraverso contenuti adatti ad un pubblico eterogeneo, in modo che la visita si svolga attraverso elementi di eccellenza della nostra storia, dell’arte antica e contemporanea, ed esperienze enogastronomiche di eccellenza del territorio”.

“Ripensare gli spazi di Palazzo dei Priori progettando ambienti espositivi, socializzanti e aggregativi – ha aggiunto il responsabile delle pubbliche relazioni Emiliano Luciani – è stata da subito una delle nostre priorità. Quello di quest’anno è un piccolo passo verso l’obiettivo di rendere il palazzo un vero e proprio gioiello pensato per essere vissuto sia dalla cittadinanza che dai visitatori. Lo scopo è quello di alzare sempre più il livello culturale che Corsa all’Anello rappresenta già da anni sul territorio, ricercando il giusto equilibrio fra divertimento e arte”.

Narni, riapre la Rocca

La Rocca Albornoziana di Narni, il castello medievale del 1300 che sormonta la città, riaprirà al pubblico sabato 9 marzo 2019 e sarà gestita da Sistema Museo che garantirà visite guidate, attività didattiche e percorsi su misura attraverso i quali ammirarne la struttura esterna, il cortile e le sale allestite.

LE VISITE GUIDATE – Con un biglietto unico, insieme alla Rocca si potrà visitare anche il museo di palazzo Eroli in centro storico.

LA STORIA – Fu costruita nel 1367 a fini difensivi per volere del cardinale Egidio Albornoz ed è posta a 332 m.s.l.m. Essa domina l’abitato e la valle del fiume Nera da una posizione strategica favorevolissima. Sovrasta, da un lato, la conca Ternana, potendo agevolmente controllare le vie di accesso per Perugia, Amelia e Terni; dall’altro lato si affaccia verso SSO, dominando la via Flaminia e la strada verso Orte ed il Lazio. Questo ne ha fatto, storicamente, la sentinella alla porta sud dell’Umbria.

Costruita secondo precisi schemi difensivi, protetta da una robusta cinta muraria e circondata da un fossato, sopportò non pochi assalti, fra cui quello dei Lanzichenecchi di ritorno dal Sacco di Roma del 1527 coadiuvato dalle milizie ternane, che invece conquistarono e devastarono la sottostante città di Narni. Al suo comando si alternarono vari castellani e fra le sue mura furono ospitati Papi come Bonifacio IX e Niccolò V°. Dopo alterne vicende e un generale decadimento è stata acquistata e restaurata dal comune di Narni e dalla Provincia di Terni che l’hanno riportata al suo antico splendore.

INFO – maggiori informazioni sul sito di SistemaMuseo

Corsa all’Anello, dama testimonial di Campanaro

Silvia Ronci, che da anni sfila nel corteo storico, è stata scelta dal fotografo come volto della presentazione della sua mostra

E’ il volto di una dama narnese quello scelto dal celebre fotografo Roberto Campanaro per presentare la sua mostra “Sguardi dal Medioevo” che verrà inaugurata oggi pomeriggio alle 18 allo Spaziograro di Roma. La dama scelta è Silvia Ronci, che da anni sfila nel corteo storico della Corsa all’Anello per il terziere Mezule.

SGUARDI DAL MEDIOEVO – L’esposizione fotografica presenta ritratti in primo piano di persone in abiti medioevali raccolti durante una ricerca, durata due anni e realizzata nelle diverse celebrazioni storiche. I soggetti ritratti assumono pose, espressioni del volto in un gioco di rappresentazione di sé, all’interno di un dialogo tra epoche diverse. Le riprese fotografiche sono state effettuate con uno sfondo nero alle spalle del soggetto per drammatizzarne l’impatto visivo ed accentuare il legame della fotografia con la ritrattistica pittorica dell’epoca. R

Roberto Campanaro ha scattato molte foto ai figuranti del corteo storico narnese, che verranno esposte, e per la presentazione della mostra a Roma ha scelto proprio il ritratto della dama della Corsa all’Anello, facendo conoscere ai visitatori la bellezza del corteo storico di Narni, conosciuto ormai in tutta la Penisola.

Copyright © 2009 - 2019 by Ente Corsa all'Anello - Narni (TR). Tutti i diritti sono riservati ed è vietato qualsiasi utilizzo non autorizzato.