Università del Medioevo Narni

Narni ospiterà l’Università del Medioevo Ricostruito

NARNI 23 aprile 2022 – E’ una delle conferenze più attese ed importanti della 54esima edizione della Corsa all’Anello: domani, domenica 24 aprile, alle 17.30 al Teatro Comunale Giuseppe Manini verrà presentato il nuovo organo della Corsa all’Anello “In Arte Veteri”, l’Università del Medioevo Ricostruito. Alla presentazione, tenuta dal’Associazione Corsa all’Anello, parteciperà la presidente della Regione Umbria Donatella Tesei.

LA STORIA – Nel1305, venne inaugurato a Narni, nel convento dei Domenicani, lo studium “in Arte Veteri”, per l’educazione del clero, nonché, per i laici che si dedicavano alle lettere ed alle scienze. Narni era un centro di fermento culturale di alto livello nel Medioevo, maestri di arti liberali, giureconsulti, medici, fisici, chirurghi, erano tutti invitati ad esercitare la propria arte difesi da ogni “offesa” dagli statuti cittadini.

UNIVERSITA’ DEL MEDIOEVO RICOSTRUITO – Oggi, Narni si vuole riproporre come centro di fermento culturale del Medioevo, in particolare del Medioevo ricostruito, come mezzo di avvicinamento di massa alla storia ed al lavoro, traendo professionalità da quella che è una passione.

Narni, nel Palazzo dei Priori, ospiterà, un nuovo Studium “In Arte Veteri”, Università del Medioevo Ricostruito. Lo Studio, che sarà organo funzionale della Corsa all’Anello, avrà la stessa identica organizzazione delle università medievali, sia a livello gestionale che a livello strutturale. Saranno presenti sia le arti puramente intellettuali (le liberali) che quelle concrete (le meccaniche), il tutto gestito da rettore, procuratori, maestri e bidelli.

Concretamente lo Studio, che ingloberà la Commissione cultura della Corsa all’Anello, si occuperà quindi della creazione di progetti, compresi quelli per la partecipazione ai bandi, pubblicazioni, organizzazione di conferenze, organizzazione di corsi e workshop, gestirà le pubblicazioni e gli aperitivi delle Pergamene, individuerà nell’anno corrente il tema dell’anno successivo, divenendo insomma una vera e propria fucina del sapere. Nuove funzionalità potranno crearsi ed evolversi nel tempo a seconda delle esigenze.

Come nel Medioevo, inoltre, si avvarrà della collaborazione di docenti provenienti da tutta Italia, in una sezione scientifica esterna che fungerà da organo di consultazione sia per lo Studium stesso che per i terzieri della Corsa all’Anello.

Si terranno corsi di avvicinamento alle arti del Medioevo, non solo dal punto di vista dell’approfondimento storico, ma anche della creazione di manufatti, dando un nuovo impulso all’artigianato e sviluppando nuove professionalità, come la recente edizione del Festival delle Arti, che si è tenuta a settembre, ha dimostrato. Su tutte il corso di sartoria storica che già trova spazio nella sede dell’Associazione Corsa all’Anello. Non a caso il primo piano di Palazzo dei Priori, ospiterà il museo “multimedievale”, in corso di allestimento, che sarà affiancato da oggetti, frutto di alte arti e di altro sapere, come costumi, strumenti musicali, gioielli, armi e bandiere. Tutto ciò che verrà studiato sul piano teorico, troverà compimento nell’esposizione al museo, a dimostrazione di come la storia possa assurgersi dal piano teorico e concretamente materializzarsi, per divenire compagna più vicina delle genti moderne.

Palazzo dei Priori, diventerà insomma centro del Medioevo ricostruito, gioiello unico al mondo. Quindi Narni, non sarà più solo Centro geografico d’Italia, ma anche Centro della cultura medievale.

Domani, in occasione della presentazione del nuovo organo, verranno presentati anche il rettore (presidente), il vicerettore (direttore), i procuratori (direttore arti liberali e direttore arti meccaniche), i maestri (direttori sezione letteraria, scientifica, didattica arti e artigianato, didattica artistica), cancelliere (direttore sezione scientifica esterna) e bidelli (tutor corsi e seminari).

ALTRI EVENTI 24 APRILE – Dalle 10 alle 23 in Piazza dei Priori ci sarà il Mercato Medievale “La fucina delle arti e dei mestieri”. Alle 18.45 al Chiostro di Sant’Agostino si terrà “Domum regionis eximii Narniae”, omaggio ai terzieri della superba Narnia. Alle 21.30 in Piazza Galeotto Marzio ci sarà l’esibizione della Scuola di Bandiera e a seguire lo spettacolo degli Sbandieratori Città di Narni.

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI IN PROGRAMMA